Samsung pensa a Tizen per liberarsi dal giogo Android

Mobility

Samsung lancia il primo smartphone con Tizen OS per i mercati emergenti (per ora) , cioè Russia e poi India

Apple non presenta nuovi device , ma lavora sui sistemi operativo iOS e Mac OS . Non così Samsung che presenta un nuovo smartphone per i mercati emergenti ( per ora ) , cioè Russia e poi India, il nuovo Samsung Z , smartphone dotato finalmente del sistema operativo mobile Tizen , alternativa all’ onnipresente Android. Stando alle ‘specifiche tecniche si tratta di uno smartphone piuttosto impegnativo: display Amoled da 4.9 pollici, processore Snapdragon quad core da 2,3 GHz, 2 GB di RAM, 16 GB di storage , compatibilità NFC e LTE. Non manca il sensore di impronte digitali e il monitoraggio del battito cardiaco come sul Galaxy S5.

samungz

Ma la notizia è il sistema operativo Tizen 2.2.1 che fa di tutto per far sentire a casa propria i proprietari di smartphone Samsung Android , grazie all’adozione dell ‘interfaccia Touchwize , Non c’è accesso allo store Google, Samsung punta sul proprio store di applicazioni. È il primo oggetto Tizen dopo il Galaxy Gear2, in attesa dei prossimi Smart TV basati su Tizen.

A livello di mercato è una mossa con cui Samsung cerca di liberarsi dal vicolo unico Android, dopo il fallimento del suo primo tentativo chiamato Bada (ora parte diTizen). Nel frattempo è partita una developer Conference a San Francisco in cui la Tizen Association ( ex Limo Foundation) ha annunciato che 37 nuove aziende si sono aggiunte al partner program per un totale di 88 da novembre dello scorso anno. L’associazione dietro Tizen OS è guidata da dieci aziende , cinque operatori wireless oltre a Samsung, Fujitsu, Huawei , LG e Intel. Tizen è un sistema operativo wireless che ha le sue radici in MeeGo, la piattaforma sviluppata un tempo da Intel con Nokia. Gli analisti di Strategy Analytics si attendono che Tizen OS resterà un sistema di nicchia ancora per quest’anno e per il prossimo. Ma si aggiungerà come sistema emergente a Firefox OS e Microsoft Windows , tutti all’assalto della base installata Android. Ma gli operatori dei Paesi più avanzati , soprattutto quelli occidentali non sembrano aver interesse nell’adozione del nuovo OS wireless.

Anche se con una crescita ridotta, le vendite di smartphone raggiungeranno quota 1.2 miliardi nel 2014, mettendo a segno un incremento del 23.1% rispetto al 2013. Il sistema operativo Google Android continuerà a mantenere lo scettro del mercato smartphone, secondo IDC. Secondo il Worldwide Quarterly Mobile Phone Tracker di Idc le vendite di smartphone cresceranno a 1,8 miliardi nel 2018. Android dominerà la domanda di smartphone con un market share dell’80.2% dalla fine dell’anno. Apple si piazzerà in seconda posizione con il 14.8%, una percentuale destinata a calare al 13.7% nel 2018.

Ramon Llamas, manager della ricerca presso IDC, ha affermato che i mercati emergenti in nazioni come India, Indonesia, Russia e soprattutto Cina sono mercati-chiave per prevedere la crescita nell’arco dei prossimi anni.

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore