Qualcomm è pronta con antenne mmWave e moduli 5G New Radio per gli smartphone

BroadbandMobilityNetworkSmartphone

Qualcomm offre la possibilità di integrare mmWave 5G NR negli smartphone nel 2019 con i nuovi moduli QTM052 mmWave e la famiglia RF sub-6 GHz QPM56xx già disponibili per il testing

A chi non è familiare con le sigle basterà sapere che 5G NR, si riferisce a 5G New Radio con cui si rimanda al nuovo standard senza fili basato su OFDM. La notizia è che ora Qualcomm offre moduli per le antenne cellulari in modo da consentire agli smartphone l’accesso alle reti 5G tramite mmWave quindi oltre le possibilità sub-6 GHz per cui arrivano comunque nuovi moduli per 5G New Radio.

Sono stati infatti presentati a San Diego le prime antenne Qualcomm QTM5052 mmWave e i moduli QPM56XX in grado di fornire il set di funzionalità modem-antenna, su diversi spettri di banda quando utilizzati con il nuovo modem Qualcomm Snapdragon X50 5G.

5G mmwave e Sub-6
5G mmwave e Sub-6

L’importanza è data dal fatto che Qualcomm è ora in grado di declinare a livello commercialie moduli mmWave e sub-6 GHz per smartphone e dispositivi mobile, in pratica risolvendo il problema di portare la connettività mmWave sui dispositivi mobile.

Significa poter portare sul mercato smartphone la connettività 5G anche tramite segnali mmWave, fino ad ora non utilizzati per le difficili sfide tecniche e di progettazione in relazione a design e fattore di forma avanzati raggiunti dagli smartphone attuali.

Qualcomm QTM052, antenna mmWave

Ora invece, i moduli antenna QTM052 mmWave funzionano in tandem con il modem Snapdragon X50 5G, come un sistema completo, per superare le sfide associate a mmWave. Queste antenne supportano tecnologie avanzate di beam forming, così come di orientamento e tracciamento migliorando drasticamente la portata e l’affidabilità dei segnali mmWave.

Inoltre sono dotate di un ricetrasmettitore radio 5G NR integrato, di un circuito integrato di gestione dell’alimentazione, di componenti RF front-end e di un array di antenne a fase.

Soprattutto i moduli QTM052 integrano tutte queste funzionalità in un ingombro molto compatto, in modo tale che ne possono essere integrati fino a quattro in uno smartphone.

Così come mmWave è più adatto a fornire una copertura 5G in aree urbane densamente popolate e ambienti interni affollati, un’ampia copertura 5G NR sarà raggiungibile anche sfruttando le frequenze inferiori a 6 GHz. E’ il terreno di azione dei moduli QPM5650, QPM5651, QDM 5650 e 5652. I modelli QPM 5650 e 5651  sono dotati di un sottosistema integrato 5G NR PA/LNA/Switch e di filtraggio.

I modelli QDM5650 e QDM5652 sono dotati di un sottosistema switch e filtering integrato 5G NR LNA, con anche supporto MIMO. Tutti e quattro i moduli offrono la commutazione SRS integrata necessaria per applicazioni MIMO ottimali e il supporto per le bande da 3,3 a 4,2 GHz (n77), da 3,3 a 3,8 GHz (n78) e da 4,4 a 5,0 GHz (n79) nelle bande sub-6. Questi moduli RF sub-6 GHz in pratica permettono ai produttori di dispositivi mobili la soluzione per offrire tecnologia MIMO di massa su reti 5G NR in tutti i dispositivi mobili.

Read also :
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore