PTC Vuforia 7, piattaforma di sviluppo per la realtà aumentata

Nel 1998 inizia la sua esperienza nel mondo IT in Mondadori e partecipa alla nascita di Web Marketing Tools di cui coordina la redazione. Redattore esperto di software per PC Magazine, e caporedattore di ComputerIdea, segue da circa 20 anni l'evoluzione del mondo hardware, software e dei servizi IT in un confronto continuo con le aziende leader del settore

Nell’ultima versione della piattaforma per lo sviluppo di applicazioni di Realtà Aumentata, Vuforia 7, PTC estende le possibilità di utilizzo a un numero maggiore di device e gli sviluppatori possono sfruttare un’unica API

Vuforia è la piattaforma di sviluppo per la applicazioni di realtà aumentata proposta da PTC. E’ disponibile ora l’ultima release Vuforia 7 che indirizza l’abbinamento dei contenuti digitali a più tipologie di oggetti e ambienti ed estende la possibilità di offrire esperienze di Realtà Aumentata (AR) su un’ampia gamma di device.

Vuforia infatti supporta i principali modelli di smartphone, tablet, occhiali e visori, le app per la Realtà Aumentata sviluppate grazie a questa piattaforma sono state scaricate oltre 475 milioni di volte. Il suo core, il motore – Vuforia Engine – sfrutta telecamere e sensori utilizzandoli all’interno delle app come un occhio.

L’occhio ‘vede’ gli oggetti e le superfici nei quali può essere collocato il contenuto digitale e permette agli sviluppatori di creare le esperienze di AR (Augmented Reality) usando gli strumenti di sviluppo esistenti. Tra le nuove caratteristiche ecco i Model Targets, per abilitare esperienze AR quando gli oggetti non sono riconoscibili e sfrutta la tecnologia di visione computerizzata esistente. In pratica il sistema riconosce gli oggetti dalla forma, e non come gli altri sistemi che si basano sui modelli visuali immagazzinata da cataloghi di stampa i dagli imballaggi. 

PTC Vuforia - Uno degli ambiti di utilizzo più interessanti per l'AR sono Manualistia e Istruzioni per l'uso
PTC Vuforia – Uno degli ambiti di utilizzo più interessanti per l’AR sono Manualistia e Istruzioni per l’uso

Così il contenuto può essere abbinato a oggetti come automobili, elettrodomestici e macchinari industriali, l’obiettivo è riuscire a sostituire i tradizionali manuali utente e le istruzioni tecniche di servizio, direttamente sul campo applicativo.

Un’altra novità è legata a Ground Plane, che estende ulteriormente quanto proposto sin dal 2013 con Smart Terrain che limitava però le possibilità di utilizzo alle telecamere con rilevamento di profondità. Vuforia Groud Plane permette invece di disporre i contenuti su pavimenti e superfici piane, supporta un’ampia gamma di dispositivi già utilizzati, e permetterà quindi di realizzare app di visualizzazione, per esempio nell’ambito dell’arredamento per interni. 

Infine, con Vuforia Vision viene ora risolto il problema della frammentazione tecnologica nelle soluzioni di AR. Vision rileva le capacità dei dispositivi, le integra tra le feature Vuforia, così gli sviluppatori possono affidarsi a un’unica API, con la possibilità di portare le funzionalità avanzate della piattaforma ai dispositivi ARCore e ARKit, e a oltre cento modelli Android e iOS.