Nasce la 5G Automotive Association, per spingere il 5G in campo automotive

LteMobility

La 5G Automotive Association mette insieme nomi importanti del mondo dell’auto e del 5G, per definire il campo di gioco delle prossime comunicazioni veicolari

Audi, BMW, Daimler, Ericsson, Huawei, Intel, Nokia, Qualcomm: nomi di spessore per una nuova partnership di mercato che prende il nome di 5G Automotive Association e che intende, come si capisce dal nome, semplificare l’adozione della connettività 5G in campo automobilistico. L’ambito è quello delle “connected car” per tutti gli aspetti legati alla comunicazione tra veicoli e dei veicoli con infrastrutture più estese. Aspetti che non sono solo tecnici ma anche normativi.

Pur combinando produttori di componenti e di automobili, la 5G Automotive Association (o 5GAA) non si è data come obiettivo sviluppare soluzioni specifiche da adottare direttamente. Si propone piuttosto di definire in un certo senso il campo di gioco quando si tratta della parte strettamente veicolare di soluzioni che spaziano dalla guida autonoma alla gestione del traffico nelle Smart City.

Il principio di fondo è che la larghezza di banda delle reti 5G permetta le comunicazioni definite di Cellular Vehicle-to-everything (C-V2X) ma che ci sia ancora molto da definire per capire come implementarle in maniera funzionale e con quali obiettivi specifici.

Alcuni nuovi modelli di business abilitati dalle "connected car"
Alcuni nuovi modelli di business abilitati dalle “connected car”

A questo scopo la 5G Automotive Association si muoverà in quattro ambiti principali. Uno è legato agli standard: la 5GAA si impegnerà per favorire la standardizzazione e la certificazione di prodotti e tecnologie dialogando con gli organismi normativi coinvolti. Gli altri ambiti sono invece più strettamente tecnologici e vanno dalla definizione dei requisiti tecnici della connettività veicolare (sicurezza, privacy, architetture cloud e via dicendo) allo studio dei principali casi di applicazione delle comunicazioni C-V2X.

Le aziende della 5G Automotive Association intendono infine dare congiuntamente vita a progetti di sviluppo tecnologico, applicazioni pilota e anche progetti di implementazione su scala più ampia per testare la fattibilità e l’efficacia di soluzioni specifiche.

Il tutto puntando anche a un ampliamento della 5GAA stessa. I nomi coinvolti sono importanti ma non sono certo esaustivi del mercato automotive e di quello delle comunicazioni mobili. In questo senso, spiega l’associazione, “diverse aziende hanno già espresso un forte supporto per la 5GAA e hanno dichiarato l’intenzione di farne parte nel prossimo futuro“.

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore