I Google Glass sono finiti. Viva i Google Glass

Mobile AppsMobility

Gli occhiali connessi di Google sono fuori catalogo. Ma Google dichiara che continueranno con Nest

Sembra il momento dell’IoT , ma Google affonda i Google Glass , almeno nella loro forma attuale. E’ questo il senso dell’annuncio di fermare le vendite del modello Explorer . Nello stesso tempo da oggi parte una rivoluzione in casa Google che permetterà ai mitici occhiali di riapparire in un’altra forma: “ Comincerete a vedere le nuove versioni dei Glass quando saranno pronti”.

Nell’attesa si tratta tuttavia di registrare il fatto che già da diversi mesi il progetto era entrato in stallo. Il programma Google Glass in versione Explorer era partito negli Stati Uniti nel 2013 come le promesse agli sviluppatori di entrare in un ecosistema avanzato con il semplice acquisto di occhiali IoT al costo di 1500 dollari. In attesa della commercializzazione , completi di applicativi, al grande pubblico.

brin-Google Glass
Brin in metro con i Google Glass

Non si possono dimenticare gli entusiasmi suscitati all’inizio, subito seguiti da una serie di esitazioni. La prima di tipo tecnico con problemi di autonomia , miniaturizzazione e di time to market. Ma la seconda è venutadal mercato , con preoccupazioni per la privacy e la sicurezza ,fino al clamoroso bando dei visori da ristoranti e bar; gli occhiali connessi preoccupavano troppo ed erano una vera e propria invasione alla vita privata di chi non li possedeva.
Una frenata a un progetto Google Glass che continua uscendo dalla divisone de progetti generici Google X per entrare in una entità separata che fa capo a Tony Fadell, capo di Nest ( oggetti connessi, termostati intelligenti, camere IP). Ancora ansia e mistero su come e in quale forma appariranno i nuvoi occhiali collegati a internet.
Ma non si può tacere che nella prossima versione ci sarà lo zampino di Intel, che è pronta con i suoi nuovi processori Quark ( piccoli e a risparmio energetico) a sostituire la scelta tecnologica del SoC Omap di Texas Instruments che attualmente si trova all’interno dei Google Glass Explorer Edition.
Da parte sua non va dimenticato che Intel ha di recente investito nell’acquisizione di Vuzix e dei suoi occhiali connessi della gamma M100.
E chi si è impegnato nello sviluppo accetterà la nuova virata di Google?

Read also :
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore