Citrix acquisisce Cedexis, per ottimizzare il traffico delle app in cloud

Nel 1998 inizia la sua esperienza nel mondo IT in Mondadori e partecipa alla nascita di Web Marketing Tools di cui coordina la redazione. Redattore esperto di software per PC Magazine, e caporedattore di ComputerIdea, segue da circa 20 anni l'evoluzione del mondo hardware, software e dei servizi IT in un confronto continuo con le aziende leader del settore

L’acquisizione di Cedexis da parte di Citrix porta in casa di quest’ultima un servizio per ottimizzare le performance di app e e dati in ambienti ibridi e multi cloud

Citrix ha deciso di portarsi in casa Cedexis per il suo servizio in grado di ottimizzare in tempo reale il flusso di traffico in cloud e quindi migliorare le performance di app e dati in ambienti multi cloud e di cloud ibrido.

Lo scenario di trasformazione in atto infatti vede lo spostamento di servizi e infrastrutture Internet verso ambienti ibridi e multi-cloud. E’ uno step che pone nuove sfide a chi è responsabile della distribuzione di applicazioni e desidera garantire un elevato livello di esperienza utente.

Secondo gli esperti di cui raccogliamo il parere nelle aziende anche operanti in ambiti diversi infatti non è pensabile che questo possa essere garantito da un unico insieme di servizi cloud e di rete, senza una soluzione dinamica di distribuzione delle applicazioni.

Cedexis – Radar Performance Report

Il servizio Cedexis si innesta proprio in questo crocevia. Funziona sia su cloud pubblico, sia a livello di data center, si presenta quindi come prezioso per gli ISP e negli ambienti Enterprise Content Delivery Network. In pratica la soluzione acquisita da Citrix incanala in il traffico in modo intelligente su vari CDN, e sui PoP nei data center sparsi nel mondo per garantire agli utenti la migliore connessione alle app.

Citrix con l’acquisizione può dare la possibilità ai propri clienti di offrire ai loro utenti finali un livello di esperienza superiore. Indipendentemente dalla tipologia di app, le aziende possono migliorare l’engagement degli utenti, aumentare la produttività dello spazio di lavoro e l’efficienza dell’infrastruttura, con costi IT ridotti per i servizi cloud e di rete.

L’acquisizione per Citrix significa inoltre poter differenziare l’approccio al perimetro digitale sicuro anche a livello di performance. Da un lato i microservizi che assicurano la distribuzione delle applicazioni in ambienti ibridi e multi cloud, dall’altro un effetto immediato sulle performance e sulle dinamiche di traffico con Cedexis, per l’orchestrazione dell’infrastruttura con gli insight disponibili in tempo reale sull’engagement dell’utente.

Il management delle aziende commenta l’acquisizione come la fusione di due potenziali complementari, da un lato Citrix riconosciuto attore nello scenario del networking software defined, dall’altro un servizio di distribuzione intelligente di dati, app e servizi.