macOS Mojave, così cambia il sistema operativo Apple

MobilityOfficeProgettiSoftwareSoftware vendor
macOS Mojave

E’ disponibile l’ultima versione del sistema operativo di Apple, macOS Mojave. In dettaglio le novità più importanti. Niente stravolgimenti ma ancora più usability

macOS Mojave è il nome dell’ultima versione del sistema operativo di Apple per i suoi Mac da scrivania, i MacBook Pro, gli iMac e i Mac mini. macOS Mojave è già disponibile per i Mac prodotti a partire dalla metà del 2012 e sui modelli di Mac Pro del 2010 e 2012 preferibilmente dotati di scheda grafica compatibile con Metal. Alcune funzioni potrebbero non essere disponibili in tutti i territori o in tutte le lingue. Maggiori informazioni sono disponibili su .

L’ambiente con cui si è imparato ad operare in questi anni non viene stravolto e le abitudini degli utenti rimarranno preservate tuttavia vengono introdotte alcune interessanti novità.

La più riconoscibile è senza dubbio la Modalità scura, una sorta di ‘skin’ che trasforma l’ambiente operativo con schemi di colori intensi e scuri, e si accompagna con una Scrivania dinamica anch’essa soggetta ai cambiamenti di sfondo in base all’ora.

Arriva inoltre la funzionalità Pile che serve a riunire e quindi ordinare i file dello stesso tipo sulla scrivania. I Mac con Mojave guadagnano inoltre l’arrivo di alcune app già note in iOS (News, Borsa, Memo Vocali e Casa), ma soprattutto è rivoluzionata l’esperienza di acquisto con un Mac App Store che si arricchisce di contenuti editoriali ed è stato ridisegnato (front-end).

Proviamo a vedere in dettaglio come cambiano l’esperienza le novità più importanti. Modalità scura trasforma il computer con uno schema di colori scuri che mette in risalto i contenuti e affatica meno gli occhi, soprattutto quando c’è poca luce, come in una stanza buia o in aereo.

Modalità scura
Modalità scura

Modalità scura garantisce esperienza coerente nelle app incluse sul Mac come Mail, Messaggi, Mappe, Calendario e Foto. Gli utenti possono scegliere questa modalità in Preferenze di Sistema, per vederla operativa nelle altre applicazioni deve essere integrata dagli sviluppatori.

Pile tiene in ordine la Scrivania riunendo automaticamente i file dello stesso tipo, per esempio le immagini, le presentazioni, i PDF e i documenti, ma gli utenti possono anche personalizzare Pile e ordinare i file in base ad altri criteri, come per esempio la data o i tag assegnati. Per accedere a un file basta fare clic per espandere una Pila e poi aprirlo.

Scrivania dinamica offre una serie di sfondi che cambiano durante la giornata in base all’ora e alla località in cui si trova l’utente. L’immagine di sfondo, con le dune di sabbia del deserto del Mojave, presenta un’illuminazione diversa in base all’ora del giorno, dall’alba al mattino, a mezzogiorno, al tramonto e alla sera per offrire agli utenti Mac un desktop sempre nuovo.

Metadata completi - Con Mojave arriva la visualizzazione dei dati completa in un colpo d'occhio
Metadata completi – Con Mojave arriva la visualizzazione dei dati completa in un colpo d’occhio

Arriviamo ad uno dei cambiamenti più importanti e cioè il nuovo Mac App Store. Il nuovo pannello Scopri mette in risalto le nuove app per Mac, mentre i pannelli a tema per creatività, lavoro, giochi e programmazione aiutano gli utenti a trovare le app per un progetto o un motivo preciso. Particolare l’approccio di Apple, quasi redazionale infatti Storie, raccolte e video aiutano a trovare l’app perfetta con informazioni dettagliate e consigli sulle app e sugli autori che le usano.

Aggiungiamo infine le novità del Finder. Ha una vista Galleria nuova che permette agli utenti di scorrere tra i file, mentre il pannello Anteprima mostra tutti i metadati dei file, semplificando la gestione dei contenuti multimediali.

Con le Azioni rapide nel pannello Anteprima del Finder gli utenti possono creare documenti PDF e proteggerli con password, nonché eseguire azioni Automator personalizzate. Visualizzazione rapida ora permette di ruotare e tagliare le immagini, annotare i PDF e tagliare i file audio e video; per vedere un file in Visualizzazione rapida basta selezionarlo e premere la barra spaziatrice.

Una piccola grande novità declinata in un’utility sempre ricercata dagli utenti: Istantanea il suo nome. Questa mini “app” ffre intuitivi comandi a video per accedere alle opzioni di scatto e alle nuove funzioni di registrazione video: basta attivarla o premere i tasti Maiuscole-Comando-5 per visualizzare una serie di comandi per scattare immagini e registrare video dello schermo del Mac, incluse le opzioni per impostare un timer o per scegliere dove salvare le istantanee.

Read also :