L’offerta dei brand cinesi guida il mercato smartphone

Mobility

I dati Gartner evidenziano una crescita dell’1,4 percento nel terzo trimestre 2018 grazie ai risultati di Huawei e Xiaomi. In attesa di 5G e dei nuovi form factor pieghevoli

Nel terzo trimestre del 2018 i brand cinesi Huawei e Xiaomi hanno permesso al mercato degli smartphone di crescere a livello globale di 1,4 punti percentuali. Un dato ancora più importante se comparato con quello che evidenzia come, senza questi due brand, avremmo assistito a una decrescita di circa 5,2 punti percentuali.

Le vendite di smartphone stanno rallentando per la maggior parte dei produttori di telefoni cellulari, ma non per tutti. Per esempio Huawei ha visto la domanda di smartphone crescere del 43 percento nel terzo trimestre del 2018 e si conferma il primo marchio cinese.

Non solo: il divario tra Samsung e Huawei si riduce, Huawei riesce a crescere bene nei mercati emergenti del Medio Oriente, nell’area Asia/Pacifico e in Africa. Non solo, Huawei ha saputo ben posizionare anche i suoi smartphone Honor a prezzi accessibili per guidare il passaggio dai telefoni cellulari agli smartphone in quei mercati.

Il terzo trimestre del 2018 fa registrare un significativo calo ancora per Samsung il più importante e marcato da quando Gartner monitora le vendite di smartphone a livello globale. Le vendite di smartphone Samsung sono diminuite del 14 percento nel terzo trimestre.

Samsung Galaxy S9, S9 + e Note 9 hanno faticato a vitalizzare la domanda nel 2018, e i modelli di fascia media trovano l’accesa concorrenza degli altri brand tra cui Xiaomi, ora poi cresce l’attesa per i nuovi modelli attesi nei prossimi mesi.
I brand cinesi hanno incrementato market share nei mercati chiave, come l’India, e la loro espansione nelle regioni oltre l’Asia / Pacifico continua a togliere spazio al vendor coreano.

Gartner - Mercato smartphone 3Q 2018
Gartner – Mercato smartphone 3Q 2018

Praticamente immobile il mercato per Apple, stabile con il suo market share dell’11,8 percento. Non si prevedono miglioramenti significativi nei prossimi mesi. Mentre invece paga la strategia di Xiaomi che con almeno oltre un punto percentuale trimestre su trimestre continua ad erodere market share al vendor americano.

E’ inoltre significativa anche la ‘decrescita’ dei vendor meno importanti. Anche il mercato smartphone va concentrandosi su meno attori, anche se quasi 4 smartphone su dieci non sono venduti dai primi cinque vendor.

Per il futuro ci si potrà attendere ma non prima della fine del 2019  una crescita di attenzione grazie all’arrivo del 5G e il ritorno del form factor pieghevole per differenziare l’esperienza dell’utente sugli smartphone. Tuttavia è improbabile che il 5G si possa vedere diffuso sui dispositivi mobili in volumi significativi prima del 2020.

Read also :
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore