Lifesize porta la collaborazione video nel cloud

CollaborationMobilitySoftware

Nel settore della video conferenza Lifesize intende distinguersi con una proposta di servizio in cloud aperta a tutte le piattaforme e a tutti i sistemi

Lifesize annuncia LifeSize Cloud, una versione SaaS della sua piattaforma di video conferenza UVC che porta il video erogato attraverso i suoi data center e i suoi PoP sparsi nel mondo verso tutti i tipi di terminali, dalle sale riunioni fino agli smartphone passando per i PC e il tablet. Si tratta di un’offerta in hosting , aperta anche al canale di vendita ( attraverso la collaborazione del distributore Allnet Italia) , che interesserà le aziende e le organizzazioni che desiderano dotarsi di un sistema di comunicazione video senza doversi più occupare dei problemi locali trascinati dalle onerose e complesse installazioni tradizionali on premises

.Lifesize,  sostanzialmente la divisione al servizio delle aziende di Logitech, finora non disponeva di un’offerta di comunicazione video on demand. Ma con l’annuncio intende distinguersi sul mercato della comunicazione e della collaborazione video per la sua amplia apertura a tutti gli strumenti presenti in aziende, anche installato di terze parti.

lifsizetab

Come rivendica Enrico Leopardi, director of Sales per la regione South Emea, Lifesize è il primo vendor del settore a proporre una soluzione che comprende anche le sale riunioni , è disponibile su tutti i terminali ed è anche in grado di collegare tutto l’installato di terze parti già eventualmente presente in azienda con compatibilità SIP e H.323.

 

In concreto Lifesize Cloud si appoggia sulla gestione di Lifesize Icon. Il sistema propone un accesso via cloud e dopo le procedure di validazione dell’accesso il codec scarica automaticamente la configurazione sula base della directory unificata aziendale creata dall’amministratore IT. Come ha precisato Leopardi l’accesso a directory come Active Directory verrà proposto in una versione successiva. L’aggiornamento della directory è sincronizzato automaticamente su tutte le postazioni aziendali.

lifesize uvc

L’accesso ai meeting virtuali può avvenire attraverso Lifesize Cloud su desktop, device mobile o sala riunione , ma anche attraverso un browser che utilizzi il protocollo WebRTC ( ad esempio Chrome o Firefox). Le applicazioni propongono il click to call, la presenza ,la pianificazione programmata o istantanea, la chat e la condivisione di documenti. Gli inviti possono essere gestiti anche da una semplice email. Le chiamate verso l’esterno dell’azienda sono compilatemene automatizzate. Secondo le modalità annunciate di commercializzazione ogni utente può chiamare a sua volta 25 partecipanti: una disponibilità piuttosto larga se si pensa che l’80 per cento delle chiamate video è di tipo punto a punto.

Lifesize Cloud viene proposto in modalità public cloud ed è gestito unicamente dai data center del vendor texano che dichiara di coprire tutti i continenti . Ma la modalità di commercializzazione indiretta consente a un integratore di proporre UVC on premise oppure in cloud ,con o senza strumenti per sale riunione. Le tariffe partono da 7 mila euro per 25 utenti. Come spiega Leopardi , il punto è che un’infrastruttura cloud diventa sempre più interessante soprattutto per le aziende medio piccole che possono evolvere senza disporre di personale IT interno per mettere in funzione il servizio.

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore