Acer Swift 7 (SF714-51T), più sottile non si può

LaptopMobility
Swift 7 SF714-51T

IN PROVA – Acer Swift 7 è un laptop ultrasottile e ultraleggero che offre anche connettività 4G in mobilità. La soluzione più comoda per lavorare. Pregi e difetti nella nostra prova

Per la versione 2019 di Acer Swift 7 in Italia bisognerà attendere ancora qualche mese ma è già ai nastri di partenza. Proprio mentre è in mainstream Acer Swift 7 ‘2018 edition’ (proviamo il modello SF714-51T), infatti, l’update del laptop più sottile che c’è è stato presentato al CES 2019 di Las Vegas e quindi è ancora più interessante ora la comparazione tra la nuova versione e quella attuale che abbiamo in prova con le sue luci ed ombre.

Di sicuro, a prima vista, sembra che Acer abbia del tutto corretto (nell’edizione 2019) almeno uno degli elementi che meno ci sono piaciuti del modello in prova, e cioè tanto spazio sprecato per un display da 14″ (touch) che è contornato da cornici equilibrate sul profilo superiore e sui profili laterali, ma che rovina l’elegante equilibrio complessivo di Swift con un bordo inferiore di ben 4 cm.
Davvero poco elegante, anche se nella cornice inferiore, nella parte più bassa, sono ospitati sensore di luminosità e Webcam.

Acer Swift 7

E’ proprio un peccato questa brutta prima impressione, perché quello proposto da Acer nel complesso è un laptop elegante, sottilissimo e molto molto leggero, con lo spessore record di appena 8/9 mm, che quasi danno l’idea di aver fatto un miracolo ad ospitare le interfacce più sottili come sono le due USB Type-C 3.1. Swift 7 pesa poi appena 1,2 Kg, anche questo un dato di cui bisogna ben tenere conto, in grado di far chiudere un occhio, rispetto alle scelte relative al display.

Passiamo in rassegna Swift 7 e notiamo con piacere: sul profilo destro il tasto di accensione e il comparto per una nanoSim che consentirà di rimanere sempre connessi con il 4G, potendo eventualmente anche inserire la Sim del telefono o del tablet, considerata la scelta del formato sim più piccola. Non solo, è supportato anche l’utilizzo eSim.

Sul profilo sinistro possono trovare spazio solo le due interfacce citate USB Type C 3.1 e la presa unica per cuffie e microfono combinati (mini jack). Acer offre in dotazione una mini dock di minimo ingombro e molto sottile in grado di fornire una porta USB 3.1 Type A, la replica di USB Type C e una porta Hdmi. Inspiegabile però l’assenza anche su questa porta di un connettore Ethernet.

Acer Swift 7

Sul bordo posteriore si notano due led di stato discreti ed eleganti, mentre il piano tastiera evidenzia una keyboard a cinque righe con sulla sinistra il lettore per le impronte digitali.

Abbiamo apprezzato il touchpad particolarmente generoso (12 cm di larghezza), sensibile e scorrevole, profilato con un filo metallico, così come anche il display, anche se il touch pad non dispone del tasto destro, le cui funzionalità sono evidentemente ottenibili con il doppio tocco contemporaneo di due dita. Per noi la scelta migliore. La dissipazione del calore però si propaga fin’anche alla zona di appoggio dei palmi della mano.

Acer Swift 7 (SF714-51T), le specifiche che contano

 Swift 7 misura 32,8×23,7×0,9 cm, tanto per intenderci potrete riporlo nella sua cartelletta elegante dove riporreste gli stessi fogli A4, lo spessore così ridotto è un vero plus. Il display, protetto da vetro Corning Gorilla, con diagonale da 14″, purtroppo vanta semplicemente la risoluzione Full HD (in rapporto di forma 16:9), anche per ridurre i consumi, considerato lo spazio necessariamente limitato disponibile per ospitare la batteria a polimeri di litio che ha la capacità di 4580 mAh (con due celle).

Si tratta di un pannello IPS a led multi touch. Il laptop però non si potrà utilizzare come tablet perché la rotazione permessa dalle due cerniere è di appena 180 gradi. Acer ha lavorato bene anche se, con il laptop quasi chiuso, le cerniere tendono comunque a cedere fino alla completa chiusura del guscio anche quando non è voluta.

Il modello che abbiamo in prova sfrutta una Cpu Intel Core i7 -7Y75. Lo diciamo subito, non è una cpu in grado di assicurare prestazioni top, ma concilia consumi e prestazioni quel tanto che serve per rendere effettivamente utilizzabile a lungo un laptop pensato per la mobilità estrema, più che per le prestazioni grafiche. La Cpu si accompagna con grafica integrata Intel HD 615, un livello appena sotto, la dotazione che possiamo considerare standard dei laptop mainstream e cioè, con altre Cpu, Intel HD 620.

Acer Swift 7

L’utente avrà a disposizione la memoria di un disco SSD da 256 Gbyte (tolto lo spazio riservato a OS Windows 10 Pro e applicazioni) e 8 Gbyte di Ram. Probabilmente un modulo da 16 Gbyte avrebbe assicurato migliori risultati nei test prestazionali che, vedremo, non hanno stupito.

Asus Swift 7 supporta connettività WiFi Ac e Bluetooth, non supporta connettività NFC. Resta il punto di forza della connettività 4G affinché effettivamente il laptop possa essere un vero compagno di viaggio per il business. Promosso a pieni voti per questo utilizzo. Di soddisfazione, considerato lo spazio disponibile il comparto audio. Senza particolari pretese risulta consono al device e allo scopo del suo utilizzo.

Il modello annunciato pochi giorni fa a Las Vegas, Swift 7 2019 oltre a correggere del tutto l’inestetismo della cornice inferiore esagerata peserà ancora di meno, appena 890 grammi, disporrà di Intel Core i7 di ottava generazione della serie Y (questo modello 2018 è fermo alla settima) e Bluetooth 5.0 (rispetto a 4.2 di questo modello).

Acer Swift 7 (SF714-51T), la nostra esperienza e il giudizio

Acer Swift 7 (ed. 2018) resterà il nostro campione di portabilità sulla diagonale a 14″ di sicuro fino a metà 2019, quando entrerà in mainstream la nuova versione da poco presentata al CES di Las Vegas 2019. I punti di forza sono l’estrema portabilità e la connettività 4G, tutto con un ingombro e un peso davvero minimi.

La spesa però per questo modello è molto elevata. Swift 7 di cui vi abbiamo parlato costa intorno ai 1900 euro. Davvero un prezzo eccessivo. La scelta di un laptop come il modello Swift 7 in prova dovrà essere guidata soprattutto dalla ricerca di usabilità ovunque e dalla massima portabilità, meno dalle prestazioni. I benchmark PCMark 10 infatti non hanno restituito un punteggio esaltante, nonostante l’adozione di Intel Core i7.

Siamo infatti davanti ad una cpu delle generazione precedente (1,3 GHz la frequenza di clock standard) rispetto a quella ora in mainstream. PCMark 10 registra 2240 di punteggio complessivo. 5157 nei test Essentials, 3784 in quelli legati alla Produttività e appena 1565 in quelli legati alla creazione di contenuti digitali. Questo per la mancanza di una grafica discreta. L’ergonomia complessivamente è più che soddisfacente, molto bene si è comportata la tastiera nelle nostre prove. Nel complesso quindi il laptop sarebbe da promuovere a pieni voti, ma indubbiamente ad un altro prezzo.

Read also :
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore