La Certificazione Passpoint prepara gli Smart Wi-Fi di Ruckus a gli Hotspot in roaming

Mobility

Gli Access Point ZoneFlex e le soluzioniZoneDirector e SmartCell Gateway 200 sono
compatibili con le specifiche Hotspot 2.0. La tecnologia Hotspot 2.0 è stata sviluppata per permettere a un dispositivo mobile di individuare automaticamente gli access point che dispongono di un accordo di roaming

I prodotti Smart Wi-Fi di Ruckus Wireless hanno ottenuto la certificazione Passpoint dalla Wi-Fi Alliance (WFA). Per conseguire la certificazione, i vari access point ZoneFlex di Ruckus, tra cui le soluzioni indoor ZoneFlex 7372 e ZoneFlex 7351 e quelle outdoor ZoneFlex 7762, più il controller ZoneDirector 3000 con SmartCell Gateway (SCG) 200, hanno comprovato l’interoperabilità con altre attrezzature e dispositivi Passpoint certificati. Ruckus è stato uno tra i fornitori di infrastrutture Wi-Fi ad essere coinvolto nello sviluppo della specifica Hotspot 2.0 della Wi-Fi Alliance, che è la tecnologia che sottende alla certificazione Passpoint. Il programma di certificazione Passpoint della WFA garantisce che gli access point e i dispositivi client siano conformi alle specifiche tecniche stabilite.

smartwifi

Le capacità Hotspot 2.0 stanno emergendo in una serie di nuovi prodotti e i dispositivi mobili dotati di supporto a questa tecnologia come iPhone 5 e il Samsung Galaxy S4 sono già disponibili sul mercato. La tecnologia Hotspot 2.0 è stata sviluppata per permettere a un dispositivo mobile di individuare automaticamente gli access point che dispongono di un accordo di roaming con il provider di rete dell’utente e di attivare una connessione in modo sicuro. Il roaming Wi-Fi inizia nel caso in cui il dispositivo mobile non trovi alcun access point appartenente al proprio provider di rete. I partner di roaming possono includere MNO, MSO, operatori di telefonia fissa, luoghi pubblici, aziende e qualunque altra realtà dotata di infrastrutture Wi-Fi. Il roaming può essere effettuato attraverso dispositivi dual mode (smartphone) o dispositivi solo Wi-Fi come tablet e laptop.

Con Hotspot 2.0, il dispositivo client è predisposto dal provider con una o più credenziali, come la carta SIM, la combinazione username /password o il certificato X.509. Il dispositivo può dunque cercare gli access point compatibili con la tecnologia Hotspot 2.0 per individuare quello che supporta il roaming con la rete del proprio dispositivo. Storicamente, per connettersi a un hotspot, gli utenti dovevano portare a termine il compito di effettuare una selezione manuale tra un dato numero di reti Wi-Fi più o meno in grado di fornire loro il servizio e completare il noioso procedimento di autenticarsi con le proprie credenziali utente. Usando i dispositivi Passpoint certificati, questo processo viene completamente automatizzato. I dispositivi mobili dotati di certificazione Passpoint selezionano automaticamente un hotspot Wi-Fi in base alle informazioni fornite dagli access point certificati. In una rete in cui operano dispositivi mobili Passpoint e access point Wi-Fi, infatti, si dispone delle informazioni necessarie che indicano quale rete è disponibile e quali hotspot hanno accordi di roaming con gli operatori di rete dell’utente. Una volta stabilito ciò, il dispositivo mobile dell’utente si connette automaticamente all’hotspot opportuno e nello stesso tempo protegge la connessione con strumenti di sicurezza avanzati.

Ruckus ha anche lavorato in sinergia con la Wireless Broadband Alliance (WBA) per certificare i suoi prodotti Smart Wi-Fi e renderli interoperabili con gli Hotspot di nuova generazione (NGH) e con i loro requisiti di sistema. La certificazione WBA costituisce uno sforzo parallelo portato avanti per gli operatori mobile, a banda larga e via cavo .

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore