iOS 10, i buoni motivi per aggiornare

Mobile OSMobility

Apple iOS 10 migliora l’usabilità complessiva con una serie di ritocchi per ogni app, i cambiamenti più eclatanti nell’app Messaggi. Siri si apre ancora di più ai sistemi di terze parti e arriva l’applicazione Casa. Più un’evoluzione che una vera rivoluzione

E’ disponibile, da giorni oramai, la nuova versione del sistema operativo mobile di Apple iOS 10. Dopo le prime perplessità per qualche riga di codice che poteva bloccare i dispositivi (la causa pare fosse da ricondursi alla gestione delle gif animate nei messaggi), chi procede ora all’aggiornamento non riscontrerà nessun problema di sorta, e si ritroverà installata la versione iOS 10.0.1. La procedura di aggiornamento, che è possibile effettuare in modalità OTA (Over The Air, cioè con il dispositivo con un buon margine di autonomia, collegato alla Rete), ma anche tramite iTunes, e quindi il collegamento con il pc o il mac, dura circa 20 minuti, con i consueti riavvii. Il download del codice è sempre molto veloce, meno lo sono i passaggi successivi.

Novità iOS 10 in Foto
Novità iOS 10 in Foto

Intanto segnaliamo che iOS 10 è un aggiornamento possibile con iPhone dalla versione 5 (e ovviamente successive) e da iPad di quarta generazione o iPad mini 2 (e successive), oppure anche per iPod touch (la sesta generazione).
A chi nutre dei dubbi perché dispone di un iPhone non proprio di ultima generazione e per questo mostra le sue perplessità per quelle che saranno le performance e l’autonomia della batteria, possiamo dire semplicemente che ogni aggiornamento migliora prima di tutto la sicurezza del dispositivo e già solo per questo a nostro avviso merita comunque di essere effettuato, anche tenendo conto alla possibilità poi di continuare ad aggiornare anche le relative app che già si utilizzano.

iOS 10 è un aggiornamento che non stravolge la modalità di utilizzo del vostro iPhone (o iPad) ma lo rende concretamente ancora più gradevole.

iOS 10 più creatività nei Messaggi

L’applicazione che fa registrare più novità, e quelle immediatamente visibili, è di sicuro Messaggi. E’ evidente l’indirizzo di sviluppo volto a contrastare lo strapotere di WhatsApp, in questo ambito, ma sarà sufficiente? Di sicuro si va oltre. Ora non solo si possono inviare messaggi di testo, ma con le dita si può scrivere a mano con la propria grafia, oppure dare enfasi al testo ingrandendolo, si possono inviare animazioni, sovrapporre alle foto effetti particolari in modo che la foto sia ben visibile solo quando viene sfiorata, per aumentare l’effetto sorpresa. E’ possibile commentare al volo l’ultimo messaggio ricevuto, un po’ come si fa con Facebook, con un segno di approvazione per esempio, e poi ancora girare al volo un video con le decorazioni generate tramite semplice gesture, ma anche sostituire al volo le parole con l’emoji più adatto.

I messaggi con iOS 10
I messaggi con iOS 10

Ancora più importante: si può accedere alle app preferite per la condivisione dei contenuti, così come è possibile inviare gli assaggi di musica appena ascoltati. Intendiamoci, tutte caratteristiche eccellenti fino a che lavorate con iMessage, tra detentori di smartphone Apple, perché se vi mettete a inviare contenuti creativi per esempio agli smartphone Android essi li riceveranno come contenuti MMS, e parte di queste caratteristiche serviranno a poco.

iOS Smart Home, Siri e le altre…

Grazie all’applicazione Casa, con il proprio iPhone è possibile ora controllare termostati, serrature e luci, a patto che essi siano compatibili con HomeKit (a questo indirizzo sono indicati tutti i dispositivi compatibili e utilizzabili). Pensiamo che questa app sia indicativa di una direzione ma siamo anche convinti che risulterà la meno utilizzata tra le caratteristiche di iOS 10, anche considerando la situazione nel nostro Paese. E’ quasi sorprendente che Apple abbia dedicato un’app del suo sistema operativo a una caratteristica che può essere per molti, ma non è certo per tutti, come di solito accade. Invece siamo rimasti abbastanza delusi dalla nuova Mappe, che non riesce a compiere quel balzo in avanti e a raggiungere l’efficienza e la praticità di Google Maps, che resta di gran lunga preferibile (verrebbe da dire senza dubbio preferibile) e decisamente più utile, e per offrire tutto quello che serve non ha bisogno di collegarsi con app di terze parti. Maps, almeno nel nostro Paese, rappresenta ancora oggi un punto debole tra le app di Apple, è uno dei pochi comparti in cui è davvero difficile sostenere che sia la migliore proposta nel suo ambito.

Bene invece le novità per quanto riguarda l’app Musica. Ora molto più ordinata con quattro voci di menu: Libreria, Per Te, Scopri e Cerca. Al primo utilizzo tuttavia, pur sotto ottima copertura di Rete, abbiamo trovato stucchevole il tempo di attesa per il caricamento dei brani in Scopri e Per Te. Per rimanere in ambito multimediale ecco che anche Foto è stata potenziata con l’opzione avanzata di riconoscimento facciale per raggruppare i volti simili tra loro, ed è ora presente un opzione di riconoscimento anche di oggetti e scene per cercare un oggetto o una ambientazione facilmente riconoscibile. Arriva la modalità per creare video ricordi in automatico con la musica di sottofondo.

Apple iOS 10, l'app dei messaggi è stata rivoluzionata. Se però si inviano agli utilizzatori di altri sistemi operativi si perdono alcune caratteristiche e altre saranno recepite come MMS!
Apple iOS 10, l’app dei messaggi è stata rivoluzionata. Se però si inviano agli utilizzatori di altri sistemi operativi si perdono alcune caratteristiche e altre saranno recepite come MMS!

Bene anche QuickType, la tastiera, che ora consente di scrivere utilizzando due lingue senza dover modificare l’impostazione. Su QuickType però manteniamo i nostri dubbi perché, per scrivere semplicemente trascinando le dita sulle lettere, metodo così efficace su Android già da qualche versione, è ancora necessario installare un’applicazione di terze parti. L’integrazione con 3D Touch invece è appannaggio solo dell’ultimo modello di iPhone, ne parleremo in sede di test.

Un vero balzo in avanti invece è quello di Siri, e per questo pensiamo che siano da cercare qui le novità più gradite, quando si parla di produttività. Siri ora supporta le app di messaggistica non solo per dettare ma anche per cercare e leggere messaggi di testo, prevede il supporto per l’app di fotografia per cercare le immagini, quelle per effettuare i pagamenti, e le app di monitoraggio dell’attività fisica, in ambito automotive ora si è esteso il supporto per le app delle case automobilistiche compatibili con CarPlay per le varie regolazioni dell’abitacolo.

Nel complesso tutto il sistema gode ora di un’usabilità migliorata. Per esempio attraverso l’accesso rapido a Sveglia, Ore Locali, Cronometro e Timer, si guadagna il tool Sonno, per il momento poco di più di un sistema che ricorda a che ora andare a dormire per svegliarsi all’ora programmata e avere riposato le ore che si preferisce. Tuttavia anche in questo caso si può ancora migliorare, per esempio non si capisce perché selezionando il tipo di notifica con cui si preferisce ricevere gli avvisi sia stato calibrato così basso il suono emesso, che è quasi inudibile.

iOS 10, otto trucchi per sfruttarlo a fondo

La gestione del sonno
La gestione del sonno

E poi non mancano infinite scorciatoie per fare le stesse cose, ma meglio, risparmiando tempo o tantissime nuove possibilità di impostazione. Riportiamo qui di seguito alcune tra le più interessanti.
1. E’ possibile fare leggere a Siri ad alta voce il nome del chiamante quando riceviamo una telefonata.
2. L’inchiostro magico: si scrive un messaggio di testo normalmente, poi si invia tenendo premuto a lungo la freccia a destra e si seleziona inchiostro magico… O una delle altre opzioni! Chi riceve il messaggio dovrà anche sfiorare il fumetto per poterlo leggere. Allo stesso modo si possono inserire nei messaggi di sfondo. Non è il caso di specificare che tutte queste cose divertenti non hanno alcun impatto se il vostro destinatario non utilizza un iPhone.
3. Con l’iPad si possono tenere non solo due app affiancate, ma anche due pagine Web affiancate. Invece su qualsiasi dispositivo iOS è possibile chiudere tutti i pannelli aperti, tenendo premuti i quadrati sovrapposti in basso a destra.
4. Per quanto riguarda l’accessibilità è possibile impostare iPhone e iPad in modo che premendo tre volte il tasto Home venga ingrandito quanto si trova davanti all’obiettivo, ovviamente con l’app Fotocamera.
5. Si possono scrivere messaggi con la propria grafia da inviare a chiunque, ma attenzione. Se li inviate a qualcuno che non utilizza iMessage li riceverà certo, ma come MMS.
6. Si sblocca con il tasto Home, non più con il gesto di trascinamento. Se si trascina verso sinistra si attiva la fotocamera e verso destra invece le notifiche.
7. Il centro di controllo “raddoppia”, guadagna il controllo del sonno e con uno swipe si gestisce la volo la musica, anche se la state ascoltando con Spotify.
8. Le novità non sono solo sopra il cofano. Per esempio, ecco qui altre caratteristiche di sostanza che sono importanti quando si utilizza iPhone in azienda.

Whitepaper – Siete in grado di garantire una mobile experience di qualità?

Read also :
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore