Il duro autunno di Amd

Silicon è il sito di tecnologia dedicato alle strategie delle aziende IT che cavalcano i nuovi trend di mercato, dal cloud computing alla virtualizzazione, dal mobile al byod. Analisi, approfondimenti, prove di app e prodotti, oltre alle notizie quotidiane, fanno di Silicon l’appuntamento giornaliero per i manager che vogliono capire come la tecnologia possa aiutarli nel fare business. Su queste tematiche Silicon realizza interviste agli attori del mercato e reportage dai principali eventi, sia in Italia sia all’estero.

Piani più conservativi e la carta dei netbook

Lezione di realismo e autunno tutto giocato sulla finanza per Amd che mette a punto per i prossimi mesi un’agenda meno ambiziosa del solito. Essa prevede una focalizzazione solo sulle Cpu per pc e server e sui processori per il mercato emergente dei netbook. Per un mercato tutto da definire , Amd gioca la carta di Bobcat contro Atom.

A metà di questo mese Amd ha denunciato il settimo trimestre consecutivo in rosso e ha rivelato pubblicamente i suoi piani di vendita della divisione per l’elettronica di consumo ereditata nel 2006 con l’acquisizione di Ati. Sui conti della società pesano due macigni del 2007: i problemi di Opteron e il prezzo di 5,6 miliardi di dollari pagati per Ati. Insieme ai tagli Amd ha comunicato i suoi piani di prodotto per 2008 e 2009. Il primo è Shanghai, la versione a 45 nanometri di Opteron che arriverà in volumi entro la fine dell’anno. Il chip per netbook verrà reso noto ufficialmente in novembre. Per il 2009 è previsto l’arrivo di un nuovo pezzo di silicio che combina insieme Cpu e Gpu ( Graphics Processing Unit ).

Read also :