IDC: ancora in recessione nel vendite di PC nel 2014

EnterpriseFisco e FinanzaMobility

Ma migliorano le stime di IDC. Sempre in crescita gli smartphone con il predominio di Android

Con la fine del mese di agosto Idc ha rivisto le sue previsioni sulle vendite di personal computer per l’anno 2014. Mentre in precedenza la società di analisi di mercato si attendeva un calo del 6 per cento, ora si respira un aria di (leggero) ottimismo con un calo limitato al 3,7 per cento per un totale di poco più di 303 milioni di macchine vendute contro i 315 milioni del 2013. Lo stato di buona salute dei mercati cosiddetti maturi è all’origine di questa rimonta . In questo momento dovrebbero già essere consegnati oltre 140 milioni di PC contro 133 milioni del 2013 con un rialzo del 5,6 per cento , il più importante constatato da Idc dal 2010.

E la crescita è in qualche misura globale e riguarda PC desktop e portatili oltre il (5 per cento) e i settori consumer e professionali.Ma da qui al 2018 saranno i mercati emergenti a fare la differenza . Tra il 2014 e il 2018 Idc stima che le vendite di PC scenderanno del 4,1 per cento ( un u meno 2,3 per cento previsto per il 2015).
La caduta sarà legata a quella degli acquisti di PC desktop con i portatili a mantenere una certa stabilità . La caduta sarà più importante fino all’8 per cento sui mercati maturi, ma la spesa sarà sostenuta dai mercati emergenti.

Idc ha rivisto le previsioni di vendita annuali anche per il settore smartphone. Qui la separazione per il 2014 tra paesi emergenti e maturai sta nel fatto che i volumi stanno dalla parte dei paesi emergenti e il valore da quella dei mercati maturi. Idc ha rivisto leggermente verso il rialzo le vendite per l’anno che sta per finire. Si venderanno oltre 1,25 miliardi di smartphone entro al fine di quest’anno. Un totale leggermente più elevato dei 1,2 miliardi della stima presente con una crescita che arriverà a toccare il 24 per cento. Idc prevede da qui al 2018 un totale di 1,8 miliardi di unità vendute con un incremento medio annuo che scende al 12 per cento. Anche in questo caso il dinamismo dei mercati emergenti non sarà sufficiente a mascherare un fenomeno di saturazione crescente del mercato.
La crescita dei paesi emergenti che finora ha sostenuto il mercato cade al 32 ,4 per cento nel 2014 con 921 milioni di unità vendute, pari al 73 per cento del mercato. I mercati maturi cresceranno nel 2014 solo del 5 per cento.
Nonostante il calo dei volumi i mercati occidentali conserveranno una posizione dominante a valore con un prezzo medio di vendita dei terminali attorno ai 400 dollari contro i 250 dei paesi emergenti che tuttavia nel 2018 costituiranno il 78 per cento delle vendite. Per mentre in atto queste strategie i costruttori dovranno avere a diposizione sistemi operativi mobili a basso costo. Da qui nasce la seduzione che Android di Google ha esercitato su oltre 150 partner . L’OS mobile dovrebbe così rafforzare la sua posizione arrivando all’88,4 per cento del mercato dei paesi emergenti..

E’ questa la stratetgia anche di Mozilla con Firefox OS. Anche Microsoft dovrebbe dedicarsi a sviluppare un’offerta di terminali di fascia entry sotto Windows Phone sia attraverso il proprio brand Nokia che attraverso altri partner nei paesi emergenti. E’ anche questo il senso del trasferimento alla cinese Foxconn della produzione dei terminali BlackBerry.

Solo Apple tiene la linea dei prodotti unicamente di alta gamma. L’intento della società della mela morsicata è dunque quello di giocare un ruolo di locomotiva sui mercati maturi. Questo soprattutto con gli annunci attesi nel settore phablet con gli schermi più ampi del prossimo iPhone 6. In questo settore secondo Idc le crescite saliranno dal 14 per cento nel 2014 al 32 per cento nel 2018.
Apple ha venduto 35,2 milioni di iPhone nell’ultima trimestrale. RBC Capital Markets prevede che Apple venderà 80 milioni di modelli di iPhone 6 per la fine dell’anno, almeno 65 milioni. Creative Strategies ritiene che l’iPhone 6 trainerà la crescita di Apple nel trimestre e, probabilmente, per i prossimi due anni.

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore