Huawei al galoppo nel mercato smartphone cinese

EnterpriseMobility

Nel secondo trimestre di quest’anno, Huawei ha raggiunto il 27 percento di market share nel mercato smartphone cinese. Non era mai accaduto prima

Huawei, grazie anche alle sinergie con l’altro suo brand nel mercato smartphone, Honor, ha incrementato ulteriormente la propria quota di mercato in Cina, toccando il 27 percento.

Quasi uno smartphone su tre venduti è uno smartphone Huawei (oppure Honor). Lo dicono i dati Canalys che sottolinea come questo record si trascina anche quello riguardante i pezzi immessi sul canale, ben 28,5 milioni di unità.

Il mercato smarpthone cinese
Il mercato smarpthone cinese

Al secondo, terzo e quarto posto ci sono rispettivamente Oppo, Vivo e Xiaomi. Vivo è il vendor con la crescita più vivace (+30 percento). Apple, in questo mercato è solo il quinto vendor, mentre è confermato il trend per cui i fornitori più piccoli fanno sempre più fatica a competere, considerato come i primi cinque vendor rappresentino ora oltre il 90 percento del mercato mentre era solo il 73 percento un anno fa.

E’ evidente come Huawei sia stata ampiamente premiata proprio per la sua strategia a doppio brand. Infatti della quota complessiva di Huawei il 55 percento degli invii è costituito da invii Honor che ha innalzato il livello qualitativo dei suoi prodotti, ha beneficiato dei margini di indipendenza lasciati dalla casa madre, e ora ha incrementato i margini con una proposition anche intorno ai 500 dollari, allo stesso tempo continuando ad erodere le quote dei brand cinesi minori.

L’unico rischio all’orizzonte sarà riuscire a coniugare la crescita con quella dei marchi Huawei riconosciuti (Mate, P e Nova). Gli smartphone Huawei infatti in Cina hanno rappresentato il 45 percento del totale delle vendite del vendor, realizzato per il 25 percento con i soli modelli Nova.

Canalys - La cavalcata di Huawei nel mercato smartphone cinese
Canalys – La cavalcata di Huawei nel mercato smartphone cinese

Un’altra sfida, questa volta però riguarda tutti i vendor, è quella proposta dall’andamento del mercato smartphone a livello globale. Non sono previste crescite strutturali nei prossimi trimestri, nemmeno in Cina. Inoltre non mancano le incognite riguardo i rapporti commerciali con gli Stati Uniti che potrebbero avere conseguenze importanti per questi vendor.

I rapporti di cambio tra dollaro e Yuan cinese già risentono di questo clima. Questi fattori potrebbero favorire il vendor cinese con le spalle più larghe, dicono gli analisti di Canalys, e quindi Huawei che potrebbe aumentare i prezzi per compensare, mentre la strategia potrebbe non essere attuabile da Xiaomi, ma ancora di più da Oppo e da Vivo.

Read also :
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore