Hp Slate 21 Pro AiO, gli all-in-one con Android per il business

Mobile OSMobilitySoftware
HP Slate 21 Pro

Hp Slate 21 Pro AiO è una soluzione di computing All-In-One con Android e cpu Nvidia proposta in ambito business. Un sistema certificato per la virtualizzazione con Citrix, dove l’accoppiata Windows/Intel non è protagonista

Passo in avanti interessante e, per certi aspetti, molto indicativo su come evolve lo scenario dei device per il computing, quello di Hp con la nuova gamma Hp Slate 21 Pro AiO che arriveranno nel nostro mercato entro maggio a un prezzo base di 399 euro (Iva esclusa). Si tratta di una proposta di classe business, ma su Android, per quanto indirizzata ad ambiti specifici d’uso. Dall’idea di smartphone personale che entra in azienda, il passo verso quello di portare anche il proprio modo di lavorare e la piattaforma software preferita già utilizzata su tablet e ibridi è più breve di quanto si possa pensare.

Da qui la proposta Hp Slate 21 Pro AiO che offre integrazione diretta con telefoni e tablet basati su Android – e relativa sincronizzazione automatica – e Google Cloud Services. Forse quello che più conta a livello di scenario è che inoltre sono offerti strumenti per la gestibilità, migliorie a livello sicurezza e alle applicazioni direttamente dall’app store Google Play e viene indirizzato l’utilizzo di Kingsoft Office Suite, o app come Google Docs e Google Drive.

HP Slate 21 Pro
HP Slate 21 Pro

La proposta è indicata per i progetti di produttività in ambienti office, per l’istruzione, ma anche come infrastruttura per il computing di base per i chioschi informativi.

Hp Slate 21 Pro AiO è dotato di display touch IPS full hd con diagonale da 21 pollici. L’inclinazione del display arriva fino a 70 gradi e c’è possibilità di montaggio con supporto VESA a parete per una maggiore flessibilità di dislocazione e disposizione. La versione di Android preinstallata è 4.3, Hp Slate 21 Pro AiO è mosso da processore quad-core Nvidia Tegra con WiFi a/b/g/n 8.11 e Bluetooth 4.0. Compresi nell’offerta ci sono, per ogni macchina, 50 Gbyte di storage in cloud con Box, previa registrazione. Si tratta quindi di una proposta per il business di Hp in cui il binomio Windows e Intel non è per nulla più scontato, almeno in questo ambito.

La proposta si innesta bene nel contesto aziendale perché la macchina è certificata Citrix per l’utilizzo con HDX, quindi ribalta in un certo senso le priorità. Windows sopravvive su questi Aio, ma virtualizzato e gli utilizzatori di Citrix XenDesktop possono sfruttare Citrix Receiver, il sistema di delivering di un app store di classe enterprise, per accedere alle app senza compromettere la sicurezza della macchina. Citrix XenMobile è anch’esso preinstallato.

 

Read also :
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore