HP ProBook 400 G4: notebook “stylish” ma per l’ufficio (e con Kaby Lake)

LaptopMobility

I nuovi HP ProBook 400 uniscono funzioni business con un occhio al look e sono tutti basati su processori Intel di settima generazione

HP ha presentato una nuova linea di laptop destinati all’utenza business e basati sui processori Intel di settima generazione Kaby Lake. È la linea ProBook 400 G4, con la quale HP ha cercato di unire le funzioni di interesse in un utilizzo aziendale con un look più da prodotto consumer e “stylish”, in modo da soddisfare le esigenze di chi non vuole (troppo) trascurare l’estetica anche quando si tratta di lavoro.

Look a parte, i ProBook 400 dispongono di una batteria con autonomia dichiarata che arriva a 16 ore, un comparto audio (altoparlanti e microfono) potenziato per gestire meglio le audio/video-comunicazioni e, per la grafica, una scheda Nvidia GeForce 930MX che, pur non essendo certo un modello da gamer, garantisce prestazioni superiori alla grafica integrata nei processori.

I portatili comprendono connettività con porte USB-C e un modulo di sicurezza TPM 2.0, opzionalmente la configurazione può essere arricchita con display Full HD, touchscreen e rilevatore di impronte digitali per l’identificazione biometrica.

hp-probook-400-2Quattro modelli ProBook 400 sono commercializzati in Italia e dispongono tutti di processori Kaby Lake e sono espandibili a 16 GB di memoria RAM. L’elemento principale che li distingue è la dimensione dello schermo: 13,3 pollici per il ProBook 430 (da 630 euro), 14 per il ProBook 440 (ancora da 630 euro), 15,6 per il ProBook 450 (da 652 euro) e 17,3 per il ProBook 470 (da 739 euro).

HP ha invece deciso di non commercializzare in Italia il modello ProBook 455 G4, l’unico della linea basato sui processori AMD di settima generazione.

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore