Gartner: i carrier devono adattarsi all’era digitale

Mobility

Secondo un rapporto della società l’espansione verso nuovi servizi spingerà i gestori fissi e mobili a trasformare le loro tecnologie It. Il ruolo del fatturato pubblicitario

Da qui a tre anni Gartner si attende che metà dei 20 maggiori carrier offriranno servizi legati solo in modo marginale al mondo delle telecomunicazioni : nei mercati a maggiore sviluppo almeno il 15% del loro fatturato sarà di tipo “non tradizionale”.
Commentando l’evoluzione della tecnologia It e di networking verso i servizi digitali online, Jean-Claude Delcroix, un ricercatore di Gartner, ha indicato che essa crea opportunità, ma anche sfide per i fornitori di servizi legati alle comunicazioni. Sarà coinvolta un’ampia gamma di servizi , dai servizi di trasmissione fino a quelli legati ai contenuti. Soprattutto gli operatori su linee fisse devono muoversi in modo rapido per offrire nuovi contenuti, servizi video e di pubblicità per controbilanciare il declino del fatturato derivante dalla voce. Devono in meno di cinque anni realizzare una nuova infrastruttura di rete e IT in grado di sostenere le nuove applicazioni ed evitare di essere ridotti al ruolo di semplici fornitori di banda.

In una migliore situazione di trovano gli operatori mobili, ma solo in quanto le nuove tecnologie wireless di quarta generazione , la cosiddetta Long Term Evolution, non saranno pronte prima del prossimo decennio. In questo momento , secondo Delcroix, “ il prezzo di dispositivi e servizi dati in mobilità è ancora troppo alto per un vero utilizzo di massa” , e questo è il momento giusto per muoversi con efficienza verso nuovi servizi che l’utente è disposto a pagare. La base di partenza sono gli attuali servizi di downloading e di micropagamenti. La concorrenza per i carrier viene dalle aziende di Internet, grandi e piccole ( da Google in giù), e dalle aziende fornitrici di terminali (da Nokia ad Apple). I vantaggi competitivi dei carrier stanno in tre fattori: approfondita conoscenza del mercato, integrazione tra sistemi e dati , possibilità di sinergie tra i diversi servizi.

In particolare, sul fronte dei ricavi, l’attenzione dei carrier di telecomunicazioni è in questo momento rivolta alla pubblicità. Le stime di Gartner a livello mondiale danno la valutazione di un mercato , per la mobilità, di 12 miliardi di dollari nel 2011. Ancora un volta anche in questo settore la concorrenza delle società di Internet, da Google a Yahoo, da Microsoft a Myspace, è forte e parte da una posizione più consolidata. Il punto di forza degli operatori è la loro capacità di raggiungere l’utente con diversi canali, dai tradizionali messaggi Sms , all’email, ai servizi basati sulla localizzazione dell’utente fino all’IpTv. Come ammette anche Gartner, in questo specifico settore della pubblicità, i carrier mancano al momento di una certa credibilità, pur disponendo di diversi punti di forza che vanno da una stretta relazione con la clientela al controllo dei mercati locali fino a quello dei database della clientela..

Read also :
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore