Debutto ufficiale per Android Pay

MobilitySmartphone

Il sistema di pagamento Android Pay è disponibile in un milione di esercizi commerciali, per ora solo negli Stati Uniti

Senza troppa fanfara Google ha ufficializzato il debutto di Android Pay, il sistema di pagamento mediante smartphone che ora si può usare – ha spiegato Pali Bhat, Director of Product Management di Android Pay – in circa un milione di punti vendita sparsi negli Stati Uniti e appartenenti a marchi anche molto importanti negli USA come CocaCola, Office Depot, Staples, Subway o Toys’R’Us.

Android Pay fa anche da raccoglitore di carte fedeltà e buoni per offerte speciali e per il momento supporta le carte di credito e di debito American Express, Discover, MasterCard e Visa. Bhat sottolinea che il lancio di queste ore “è solo l’inizio” perché nei prossimi mesi saranno aggiunte al sistema nuove funzioni, banche e location dove utilizzarlo.

Android PayDel lancio di Android Pay fuori dagli USA non si sa pressoché nulla, ma difficilmente Google lascerà troppo vantaggio al sistema alternativo Apple Pay, che è sbarcato in Gran Bretagna prima delle vacanze estive. Il salto USA-UK peraltro è relativamente semplice, resta nebbia fitta sul suo futuro nelle altre nazioni.

Android Pay funziona con qualsiasi dispositivo Android dotato di sensore NFC e, come versione minima del sistema operativo, KitKat 4.4. Il numero della carta di credito/debito non è trasmesso durante il pagamento e ogni operazione genera un alert sul dispositivo, che serve a evidenziare eventuali irregolarità.

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore