Cuil.com , un altro motore web ai nastri di partenza

Giornalista. Ha collaborato con TechWeekEurope IT fin dal suo inizio

Follow on: Google +

Nero , spartano e con qualche inconveniente di gioventù

Mentre si consumavano gli ultimi fuochi di artificio assembleari attorno alla logorata vicenda tra Microsoft e Yahoo!, alcuni fuoriusciti americani di Google hanno lanciato un altro sito di ricerca web che tenta la strada della concorrenza diretta con i tre grandi mondiale del web searching.

Il sito è reperibile all’indirizzo www.cuil.com. E Cuil, che si pronuncia in inglese come ‘cool’, segnala di indicizzare più di 120 miliardi di pagine web: tre volte più di Google , sembra di capire, e dieci volte più di Live Search di Microsoft. Ma Google, interpellata sui dati del mini rivale , ha dichiarato di non voler fornire il numero di pagine web indicizzate dal motore di ricerca numero uno mondiale.

Il lancio è stato accompagnato da un ampio seguito di articoli di stampa con il favore del vuoto di notizie estivo. Di conseguenza gli accessi sono stati numerosi: Gli utenti hanno segnalato diversi inconvenienti, soprattutto riguardo alle immagini collegate ai testi trovati e i tecnici di Cuil hanno dovuto rivedere alcuni algoritmi di ricerca.

Su Cuil, che mostra una home page nera, molto spartana, i risultati della ricerca sono restituiti in un modo organizzato su più colonne completate da un’immagine ( qui i maggiori errori dell’algoritmo) e da un testo. Ma soprattutto potrà piacere agli utenti la mancanza di pubblicità , che però potrebbe fare la sua comparsa quando , e se, il sito diventerà più frequentato.

Read also :