Cisco crede nella messaggistica e compra Jabber

Mobility

La strategia per le comunicazioni aziendali e la collaborazione passa per l’open source

Cisco decide di comprare Jabber per arricchire la sua offerta di messaggistica istantanea al servizio delle imprese . Comunicazione unificata e collaboration stanno alla base della decisione di impadronirsi del software di IM open source basato sullo standard Xmpp (Extensible Messaging and Presence Protocol). L’acquisizione è l’ultima di un lungo elenco che ha visto la società acquisire nel tempo WebEx ( video conferenza), IronPort ( sicurezza nella messaggistica) e PostPath (server di email). L’intenzione di Cisco è di inglobare XCP di Jabber nelle sue soluzioni e di offrirlo sia attraverso la sua suite di comunicazione unificata sia come servizio di tipo Saas nell’applicazione WebEx Connect.

Al momento Jabber propone anche JabberNow, una versione su appliance del suo software di messaggistica istantanea disponibile anche su desktop e client web, in grado di attuare una soluzione di chat multiutente in ambito aziendale. La tecnologia di Jabber è nota per la sua capacità di integrare i dati relativi alla presenza all’interno di diversi dispositivi e applicazioni. Ad esempio Jabber è in grado di inviare e ricevere messaggi verso utenti di Office Communications Server ( Microsoft), Sametime ( Ibm), Aim ( Aol), GoogleTalk ( Google ) e Yahoo Messenger.
Le risorse di Jabber entreranno nel Collaboration Software Group di Cisco.

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore