Caterpillar T20, tablet estremo per gli ambienti più duri

MobilitySicurezzaTablet

IN PROVA – Caterpillar T20 è il tablet rugged certificato IP67 per lavorare nel modo più sicuro anche in ambienti e condizioni ostili.

Annunciato alla fine dell’estate abbiamo messo a dura prova Caterpillar T20, il tablet decisamente “rugged” proposto con il marchio CAT e prodotto da Bullitt che lavora in esclusiva con la licenza per produrre e marchiare i device e presentarsi con il nome CAT, anche nel nostro Paese. Si tratta di un device molto compatto con un display da 8″, protetto dal vetro Corning Gorilla. Anche gli ingombri sono limitati, il device (220x143x14mm) pesa circa 650 grammi. Poche le concessioni estetiche.

Caterpillar T20, la descrizione

Il tablet si presenta con una vistosa cornice gommata, bordi del display ampi, dorso in policarbonato con una finitura diversificata, molto pratica, che permetterà l’innesto a vite di una maniglia per consolidare la presa introducendovi la mano, ed evidenzia l’oblò della . La manopola da fissare è inclusa nella confezione. Le poche concessioni all’estetica sono tuttavia funzionali all’utilizzo per gli scopi per cui nasce questo device.

CAT T20
CAT T20

Esso nasce per i settori più disparati come edilizia, produzione, logistica e trasporti, ovunque ci sia richiesta di tablet resistenti, quindi si presta egregiamente anche per essere utilizzato in ambito minerario, per i lavori nel sottosuolo, come in tutte le realtà in cui è richiesta la resistenza e il funzionamento ottimale quando vi sono variazioni importanti di temperatura (-20 gradi + 40 gradi centigradi), pressione dell’aria, sabbia, polvere, o in presenza di liquidi contaminati e con l’acqua salata.

CAT T20
CAT T20

Caterpillar T20 è infatti certificato IP67, può rimanere sommerso nell’acqua per 30 minuti alla profondità di un metro, cadere da un’altezza di 1,8 metri senza riportare danni e ovviamente garantendo il funzionamento ed è impermeabile ovviamente alla polvere. Il display è protetto da una sottile protezione preapplicata in fabbrica, ottima soluzione. 

Ne percorriamo i profili per evidenziare: dall’alto a destra il tasto di accensione con immediatamente ravvicinati i tasti di controllo del volume, separati, al tatto ben distinguibili (e fanno parte tout court della scocca, per la protezione del caso), tutte le interfacce, ovviamente sono protette da uno sportellino gommato nell’ordine si trova quello per la schedina microSD, e quello per la microSIM, che andrà inserita senza l’ausilio di un cassettino di servizio, quindi nel caso si abbia a disposizione una nanoSIM bisognerà fare ben attenzione ad assicurarla a un’eventuale adattatore o farsela sostituire dall’operatore.

CAT T20 le interfacce del profilo
CAT T20 le interfacce protette del profilo destro

Tutto il profilo sinistro è libero, in questo modo, infilando la mano nella maniglia si hanno a disposizione comunque tutti i comandi. Sul profilo superiore sono disponibili le interfacce mini Hdmi (uscita video), che condivide lo sportellino con il mini jack per le cuffie, e l’interfaccia USB 3.0 alimentata e utilizzabile per fare di CAT T20 un host ed eventualmente anche ricaricare altri device. 
Nella scatola oltre a device e maniglia si trova il cavo USB 3.0 (host) e l’alimentatore. 

Caterpillar T20 – Specifiche, esperienza e giudizio

Il display da 8″ pollici di questo device funziona alla risoluzione di 800×1280 e sfrutta la tecnologia IPS LCD. Buona la luminosità, ma non eccellente, ci saremmo aspettati contrasto e luminosità superiori.

Decisamente sacrificato invece il comparto audio: l’unico diffusore posteriore – giustamente protetto – evidenzia prestazioni comunque a nostro avviso non sufficienti se non proprio alla massima potenza, specialmente nell’eventualità di un lavoro all’aperto, dove è quasi obbligato l’utilizzo delle cuffie, ma non consigliato perché viene tolta la protezione anche all’interfaccia Hdmi.

Strana scelta, evidentemente si preferisce consentire l’utilizzo delle uscite audio e video solo in ambiente protetto. Il comparto multimediale è completato dalla doppia fotocamera frontale e posteriore rispettivamente con sensore da 5 e 2 MP, la fotocamera anteriore è affiancata da un led che indica lo stato di carica della batteria, quando è collegata all’alimentatore.  

Il motore per consentire il funzionamento di Windows 10 è Intel Atom Z8350, soluzione quad-core a 1,44 GHz, con 2 GByte di Ram per 64 Gbyte di capacità di memoria. Dotazione equilibrata, sufficiente per l’utilizzo previsto, sobria.

La connettività senza fili è assicurata tramite modem LTE Cat 4, WiFi 802.11 n in grado di lavorare sia a 2,4 sia a 5 GHz, mentre la connettività radio Bluetooth è supportata nella versione 4.1. Il sensore GPS lavora con il sistema GPS Glonass.

Buona la ricezione del segnale LTE anche se su un dispositivo di questo tipo ci saremmo aspettati la scelta di un chipset di categoria superiore. 

Nel complesso la dissipazione del calore è discreta. Se si tiene il device tramite l’impugnatura assegnata sul dorso tuttavia è facile percepire il calore specialmente in un utilizzo prolungato, o con applicazioni impegnative.

Nel complesso il tablet proposto non si dimostra pensato per garantire performance elevate, quanto piuttosto l’effettivo funzionamento in ogni circostanza senza timori ed è questo l’aspetto più importante in questa categoria di prodotti. L’utente quindi non deve aspettarsi una velocità di ri-orientamento del device in grado di stupire, quanto piuttosto la giusta sensibilità. 

I nostri test hanno rivelato la buona resistenza garantita, specialmente nell’utilizzo a rigide temperature e sotto le intemperie, tuttavia in qualche occasione ci siamo trovati a dover riavviare il sistema operativo Windows 10 per blocchi inaspettati, che non pensiamo di poter attribuire ai semplici test di resistenza cui abbiamo sottoposto il device.

Caterpillar T20 è già disponibile a un prezzo al pubblico di 649 euro (Iva inclusa).

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore