VmWare prepara l’era del client universale

Enterprise

Al VmWorld di Las Vegas è stata annunciata una partnership con Cisco per la sicurezza delle postazioni client.

VmWare ha approfittato della propria annuale user conference, il VmWorld di Las Vegas, per lanciare una nuova strategia “universal client”, che consentirà agli utenti di accedere da qualunque luogo alle loro applicazioni office ospitare in un data center.

Secondo quanto affermato dal nuovo Ceo della società, Paul Maritz, “le informazioni devono appartenere a un’identità e non a una periferica. Noi, in quanto leader della virtualizzazione sia dei client che dei server, dobbiamo unire le due tecnologie”.

La prima tappa di questa strategia, battezzata vClient, è il lancio di VmWare View, portafoglio di prodotti che permetterà agli utenti di accedere alla propria “scrivania” a partire da qualunque sistema operativo, anche all’esterno dell’impresa. Le principali componenti di VmWare View saranno introdotte nel 2009.

Per l’immediato futuro, l’azienda lavorerà sullo sviluppo di questa tecnologia, in particolare sul fronte della gestione delle immagini: VmWare View Composer, infatti, fornirà aggiornamenti trasparenti agli utenti, preservando dati e parametri individuali. Quanto a Offline Desktop, il tool permetterà agli utenti di accedere offline alle proprie scrivanie allocate su server. VmWare lavorarà in collaborazione con Cisco per la sicurezza degli uffici virtuali degli utenti finali su rete wireless, migliorando i processi di back up e l’automazione del recupero dei dati.

La suite Cisco Waas (Wide Area Application Services) per VmWare Vdi (Virtual Desktop Infrastructure) è disponibile fin d’ora e rappresenta una prima concretizzazione del concetto di cloud computing che i due vendor vogliono propugnare.

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore