Per il terzo biennio consecutivo la rete Erik ottiene la fiducia della Ue

EnterpriseStart up

Previsto un budget di 1.894.000 euro per il progetto Erik Action volto all’innovazione nelle imprese. La Toscana guiderà 11 regioni europee con l’obiettivo di favorire il trasferimento di pratiche capaci di rafforzare l’innovazione delle imprese

Per il terzo biennio consecutivo la rete Erikottiene la fiducia della Ue
Previsto un budget di 1.894.000 euro per il progetto Erik Action volto all’innovazione nelle imprese
. La Toscana guiderà 11 regioni europee con l’obiettivo di favorire il trasferimento di pratiche capaci di rafforzare l’innovazione delle imprese

Undici piani regionali per il trasferimento di pratiche capaci di rafforzare l’innovazione delle imprese, accompagnati da una guida per renderle operative nei programmi dei fondi strutturali: questo l’obiettivo del progetto Erik Action, nato sull’esperienza di 4 anni di attività della rete Erik. Tale progetto, che potrà contare su un budget di 1.894.000 euro, ha ricevuto “una valutazione estremamente positiva” dall’Unione europea, che lo ha finanziato grazie a Interreg Ivc e lo sosterrà come progetto “fast track” (corsia accelerata) nel quadro dell’iniziativa “Regioni per il cambiamento economico”.

Capofila di Erik Action è la Toscana
, mentre la Bassa Austria assicurerà il coordinamento dell’attività di trasferimento delle buone pratiche nei programmi regionali. I partner sono l’Emilia-Romagna e la regione slovacca di Banska Bystrica, insieme alle agenzie per l’innovazione di Alentejo, Andalusia, Bretagna, Fiandre, Sud Est Romania e Smàland (Svezia), oltre all’Università della Macedonia occidentale (Grecia).
Grazie a Erik Action, tutte le regioni del consorzio potranno migliorare le politiche, gli strumenti e le capacità del personale, come risultato di un’intensa cooperazione e di concrete azioni di trasferimento.

Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore