Da Netgear nuovi Smart Switch Gigabit ProSafe per le Pmi

EnterpriseStart up

Tra le caratteristiche dei nuovi prodotti, routing statico e un set di funzionalità avanzate per fornire una robusta sicurezza, una gestione avanzata del traffico e una maggiore disponibilità di rete che permetta di supportare applicazioni aziendali a uso intensivo di larghezza di banda

Netgear ha ampliato la propria famiglia di Smart Switch Gigabit ProSafe introducendo tre nuovi dispositivi progettati per fornire una robusta sicurezza, disponibilità e gestione avanzata del traffico alle reti in espansione di aziende di piccole e medie dimensioni. Si tratta degli Smart Switch Gigabit ProSafe a 24 e 48 porte con routing statico (GS724TR e GS748TR) e dello Smart Switch Gigabit a 24 porte con funzionalità avanzate (GS724AT).

Pensati per ridurre la congestione delle reti di aziende di medie dimensioni, i GS724TR e GS748TR sono i primi Smart Switch del settore a offrire la funzionalità di routing statico. Questa caratteristica permette di ridurre il traffico di instradamento fra Vlan, permettendo le aziende di ottimizzare l’efficienza della larghezza di banda e di liberare il router a favore del traffico sulla Wan e di gestione della sicurezza. Caratterizzati da 24 o 48 porte 10/100/1000 e da due o quattro porte Sfp condivise, GS724TR e GS748TR supportano 32 route statiche per consentire l’instradamento fra Vlan, gestire le broadcast storm in modo più efficace e offrire una sicurezza più robusta.

Dal canto suo, GS724AT mette a disposizione delle aziende di piccole e medie dimensioni funzionalità di gestione a un prezzo contenuto, offrendo quelle caratteristiche tipiche degli switch full managed, ma senza la loro complessità. Nel GS724AT sono integrate 24 porte 10/100/1000 e la combinazione di quattro porte Sfp per connettività opzionale in fibra che consentono alle aziende di implementare applicazioni aziendali essenziali e avanzate, come sicurezza, Erp, wireless, VoIp e altro ancora. Questo switch offre inoltre funzionalità avanzate come Acl (Access Control Lists) per incrementare la sicurezza, QoS basato su Layer 3 per la prioritizzazione avanzata del traffico, Auto Voice Vlan per l’implementazione “Plug and Play” del VoIP e Rapid Spanning Tree (RSstp) per una maggiore disponibilità.

Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore