SAP a tutto cloud. Ma si ristrutturerà

EnterpriseProgettiSoftware vendor

SAP , la prima software house europea, si sta preparando a una ristrutturazione. La trasformazione verso un’offerta cloud è in atto. Nel 2013 l’offerta SaaS era il 4,5 del fatturato globale

A qualche giorno di distanza dal suo principale evento annuale americano ( il Sapphire di Orlando) SAP   prepara l’annuncio di un suo piano di ristrutturazione. La sua ampiezza – e in particolare il numero della diminuzione di personale che comporterà – non sono al momento precisati. Interrogato in argomento dalla stampa americana , un portavoce della prima software house europea ha parlato della volontà di semplificare l’organizzazione rivolta alla clientela , pur continuando a investire nella ricerca e nell’innovazione per diventare una “cloud company”. Il preannuncio di questa ristrutturazione avviene nel momento in cui l’americano Bill McDermott sta per assumere il ruolo di guida dell’azienda.

Bill_McDermott, SAP
Bill_McDermott, SAP

Va ricordato che al momento McDermott condivide la direzione del gruppo con il danese Jim Snabe. Ma ci sono altri indizi di grandi manovre all’interno della società: qualche giorno fa Vishal Sikka , il direttore tecnico considerato il creatore di Hana ( database in memory) ha annunciato le sue dimissioni. Qualche giorno più tardi ha lasciato la società anche il responsabile delle vendite Cloud, Shawn Price.Le sue responsabilità sono state ridistribuite tra diverse persone guidate da Rob Enslin, il responsabile delle vendite mondiali di SAP, entrato nel consiglio esecutivo della società . A questo punto Enslin appare come il vero numero due di SAP.

Rob Enslin, president of Global Customer Operations
Rob Enslin, president of Global Customer Operations

Questi annunci sembrano rafforzare la volontà strategica di SAP di accelerare la sua trasformazione verso il cloud. La scelta strategica , riaffermata più volte da McDermott, potrebbe rivelarsi una decisione dolorosa per Walldorf, il quartier generale tedesco della società’ e sede del suo principale centro di Ricerca e Sviluppo mondiale in cui la lavorano 12 mila persone. Alla fine dello scorso dicembre SAP dava lavoro a 66 mila persone. Nei settori HR, CRM e acquisti la dirigenza di SAP afferma che il cloud è il formato standard dell’offerta del gruppo. A valuta costante SAP conta di raggiungere il miliardo di euro di fatturato cloud nel corso di quest’anno per arrivare oltre i 3 miliardi di nel 2017 ( su un totale di 22 miliardi). Si tratta di una percentuale del 14 per cento contro il 4,5 per cento nel 2013. Negli anni scorsi SAP aveva speso una soma notevole in acquisizioni e sviluppo per imporsi come uno dei principali operatori mondiali in ambito SaaS. Un cloud privato che opera attraverso le piattaforme SAP installate nei d suoi 16 data center. Come hanno ammesso i suoi dirigenti non sono abbastanza per coprire l’insieme dei clienti mondiali e quindi largo spazio ai partner certificati. D’altra parte la clientela di SAP non intende sostituire di colpo il suo esistente con soluzioni completamente in cloud. Quello che vogliono è utilizzare i servizi cloud con il loro giusto passo secondo le proprie logiche aziendali. Per questo SAP fornisce tecnologie di middleware come Netweaver PI e Hana Cloud Integration Services.

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore