Proprietà industriale, la Ue protegge le Pmi innovative

Enterprise

Una nuova strategia prevede procedure più accessibili ma anche di aumentare la consapevolezza tra le piccole e medie imprese del valore dei diritti della proprietà industriale

Le Pmi europee saranno le principali beneficiarie della nuova strategia della Commissione europea in materia di diritti di proprietà industriale. La Commissione mira infatti a mantenere un sistema di elevata qualità per la gestione dei diritti di proprietà industriale in grado di dare alle imprese europee la fiducia necessaria per guidare l’innovazione nel mercato globale.

La comunicazione adottata dalla Commissione il 16 luglio 2008 integra gli sforzi volti a sviluppare un brevetto comunitario e le relative misure giurisdizionali stabilendo i metodi per sostenere gli inventori e le loro iniziative volte a proteggere le innovazioni dalla pirateria e dalla contraffazione.

La Commissione si sta inoltre impegnando affinché le procedure sui diritti di proprietà industriale siano più accessibili alle piccole e medie imprese.

La strategia comprende misure volte a migliorare le pratiche di risoluzione delle controversie e mira ad aumentare la consapevolezza tra le Pmi che i diritti di proprietà industriale devono essere affrontati nell’ambito dei piani aziendali. Come parte dei suoi tentativi di aiutare le piccole e medie imprese, la Commissione promette inoltre di esaminare la qualità dei sistemi brevettuali esistenti, compreso il marchio comunitario.

La Commissione ritiene che l’Europa abbia bisogno un sistema di elevata qualità per la gestione dei diritti di proprietà industriale in quanto i dati dimostrano che la contraffazione e la pirateria stanno raggiungendo livelli allarmanti. Queste attività illegali danneggiano la creazione di posti di lavoro, rallentano la crescita economica e possono mettere in pericolo i consumatori.

La strategia, pertanto, si sforza di migliorare il coordinamento tra autorità nazionali e mira a facilitare agli Stati membri la raccolta e lo scambio di informazioni su coloro che commercializzano merci contraffatte.

La Commissione promette infine di avvicinare il settore pubblico e quello privato al fine di trovare le modalità per reprimere la violazione dei diritti di proprietà intellettuale.

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore