Oracle, duecento sistemi ingegnerizzati in Italia

EnterpriseProgettiSoftware vendor
Mario Deba, VP Systems Oracle

Il punto sulla divisione Sistemi di Oracle con Mario Derba, Vice President South Europe Systems, e Emanuele Ratti, country leader Systems in Italia. Aspettando l’annuncio di oggi di Solaris 11.2 che svelerà come “Software in Silicon” sia l’approccio tecnologico per rispondere alle sfide del mercato sintetizzate dall’acronimo SMAC (Social, Mobile, Analitycs e Cloud)

Software in Silicon” è l’approccio tecnologico che permetterà di rispondere alle sfide del mercato sintetizzate dall’acronimo SMAC (Social, Mobile, Analitycs e Cloud) che richiedono non solo elevate capacità elaborative ma anche architetture rivoluzionarie nate già ingegnerizzate. E’ Mario Derba, Vice President South Europe Systems, che sottolinea l’approccio di Oracle e che riporta l’attenzione sul mondo hardware (sistemi ingegnerizzati e Sparc Supercluster) che hanno permesso all’azienda di Larry Ellison di vivere una crescita del 10% a livello mondiale in ambito hardware, e di registrare un +30% nelle vendite nell’ultimo quarter dei sistemi ingegnerizzati, in un momento in cui l’hardware sta vivendo una contrazione di mercato.
Dei diecimila sistemi ingegnerizzati venduti a livello mondiale fino ad oggi, duecento sono in Italia. “La crescita dell’hardware anche nel nostro Paese è a due digit  – precisa Derba –  in un mercato che secondo i dati di Assinform ha registrato un calo complessivo del 4,4% e in particolare del 2,3% del comparto Dispositivi e Sistemi, che vale oggi 16,8 miliardi di euro”.

<p>Mario Deba, VP Systems Oracle</p>
Mario Deba, VP Systems Oracle

Tra i clienti, banche e assicurazioni stanno intraprendendo un percorso significativo di trasformazione, che le coinvolge non solo nella cura della customer experience dei clienti dai nuovi servizi al social, ma nel definire nuovi ambiti di business. Ubi Banca è il caso che Emanuele Ratti, country leader Systems di Oracle in Italia, cita tra i clienti che oggi stanno modificando il rapporto con la clientela mettendo a punto tutti i processi end-to-end. “Ubi Banca ha realizzato servizi innovativi accessibili in mobilità, li ha customizzati con un utilizzo sofisticato di Crm e Big Data per soddisfare il cliente, non solo digitalizzato i processi end-to-end ma eliminando i tempi di latenza grazie ai sistemi ingegnerizzati Exadata e Exalogic”.
Tra le banche innovative, Ratti annovera anche Unicredit che sta apprestando un proprio canale di ecommerce dopo avere appurato di essere il primo rivenditore di device Samsung in Italia, avendoli proposti ai clienti in abbinata all’apertura di un nuovo conto corrente.
“La creatività nel mettere a punto nuovi servizi e la potenza elaborativa richiesta necessitano di architetture in grado di ridurre i costi che abbiamo al centro software in silicon che consente di dare raddoppio di prestazioni ogni due anni, facendo leva su hardware e software ingegnerizzati insieme – 
precisa Derba -. Oggi i clienti importanti e i concorrenti ci danno credibilità in ambito hardware, cosa che molti avevano messa in dubbio dopo l’acquisizione di Sun Microsystems cinque anni fa, grazie anche a investimenti di 5 miliardi di dollari in ricerca e sviluppo di cui 1.5 miliardi in hardware .

Emanuele Ratti
Emanuele Ratti, country leader Systems di Oracle

E aggiunge Ratti:L’Italia, nell’anno fiscale 2013, è stata il secondo  paese al mondo per acquisto di sistemi ingegnerizzati, perché permettono estrema vivacità nell’affrontare nuove opportunità. Oracle non punta sulla commodity, Oracle si è inventata un modello che tutti stanno osservando, che sta diventando a tutti gli effetti un fattore di business per le aziende, essendo i sistemi ingegnerizzati abilitatori di servizi innovativi”.
Per questo la spinta anche all’aspetto commerciale, dove Oracle fa da consulente al cliente sulla soluzione da adottare, la porta a parlare direttamente con gli uomini di business all’interno delle aziende. “Negli ultimi tre anni il mercato dell’hardware è molto cambiato, non parla più di componenti ma di soluzioni che impattano sul business. In questo contesto i sistemi ingegnerizzati non guardano più solo alle prestazioni ma anche alla stabilità di un sistema che è fondamentale per dare risposte puntuali, veloci ma anche per fare dialogare dati strutturati e non strutturati. In un mecato che necessita di una spinta creativa per fare business, siamo sulla strada giusta con le nostre proposte, che possono essere un’alternativa al mainframe per estrarre e lavorare sui dati, disintermediare i sistemi legacy, offrire una piattafroma di collaborazione con il business” precia Ratti.

 

Anche i nuovi Sparc, annunciati a marzo 2013 per “rimuovere” la vecchia linea dei mainframe Sun e via via aggiornati fino alla presentazione dei sistemi M5 e M6-32 (la Big Memory Machine” di Openworld 2013)  confermano l’impegno in ambito Unix, fino all’annuncio atteso per oggi della versione 11.2 di Solaris pensata appositamente per il cloud e con una roadmap dettagliata di sistemi fino al 2019.   L’annuncio di Solaris 11.2 conferma la strategia software in silicon – conclude Derba – e quanto sia vitale la linea di sistemi Sparc ancora oggi”.

oracle sparc roadmap

Read also :
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore