Fra Open Government e Cloud, sale la domanda di concretezza da parte delle aziende . A Forum PA 2014 focus sulla PA digitale

EnterpriseProgettiPubblica Amministrazione

Hanno dichiarato a Forum PA 2014….

Michele Liberato, presidente di EMC Italia, a proposito di IT e del suo uso per ridisegnare i processi della PA: “La tecnologia è l’elemento che da solo sarebbe in grado di ovviare ai ritardi e alle lacune storiche del nostro Paese. In particolare, l’ICT aiuterebbe ad avviare un concreto processo di ottimizzazione dei costi e delle risorse pubbliche da impiegare; sarebbe il fattore chiave in grado di attuare quello snellimento dei processi e della burocrazia che stiamo aspettando ormai da troppo tempo. Migliorerebbe, inoltre, la qualità dei servizi erogati a imprese e cittadini, modernizzandoli e rendendoli più vicini agli standard europei. In questo contesto l’Italia ha un’opportunità unica e irripetibile. Caratterizzata storicamente da una limitata propensione all’innovazione, ma con un tessuto imprenditoriale forte e capace, il nostro Paese deve riuscire oggi a fare leva sui suoi ritardi e recuperare il gap con le altre nazioni, iniziando a implementare da subito le nuove tecnologie, oggi mature, che non sono state impiegate nel passato. Inoltre, la PA ha la necessità di invertire con decisione un trend che ha caratterizzato gli ultimi vent’anni: se l’utilizzo della tecnologia storicamente è sempre stato guidato dall’offerta, ovvero dalle soluzioni proposte dai vendor, adesso deve essere la domanda – proveniente dalle numerose figure qualificate che lavorano nella PA – a iniziare un percorso virtuoso in grado di guidare l’offerta .

liberato

 

 

 

 

 

 

 

 

Infine, nelle politiche di digitalizzazione della PA italiana non bisogna dimenticare un elemento fondamentale, ovvero gli investimenti in sicurezza informatica. Credo, infatti, che sia di primaria importanza la necessità di garantire elevati livelli di sicurezza, sia con riferimento ai sistemi informativi pubblici, sia in relazione agli scambi di comunicazioni con gli utenti. Le Pubbliche Amministrazioni, infatti, producono e archiviano una grande quantità di informazioni e documenti che devono essere resi disponibili in modalità digitale e soprattutto protetti”.

 

Rita-Tenan

 

Rita Tenan, direttore della Divisione Pubblica Amministrazione di Microsoft Italia, a proposito di PA digitale per l’Italia Digitale: “Partecipare a Forum PA si conferma per Microsoft un’importante occasione per dare voce al nostro costante impegno a supporto del processo di digitalizzazione della PA e della diffusione della cultura digitale e in linea con il tema chiave di questa edizione intendiamo prenderci impegni e presentare soluzioni concrete. A Forum PA ci proponiamo di presentare insieme ai nostri Partner soluzioni e progetti tangibili che dimostrano il valore strategico dell’innovazione per una PA più efficiente e al servizio dei cittadini. La nostra proposta espositiva e formativa si articola intorno alla Città del Futuro, proprio perché la PA digitale rappresenta l’elemento cardine di una città a misura di cittadino, dove Cloud Computing, Security e Mobility possono fare la differenza abilitando progetti d’innovazione sostenibile e servizi evoluti. Incontrare gli amministratori pubblici e gli addetti ai lavori e raccontare loro esperienze di successo è il primo passo per promuovere un’opportuna cultura dell’innovazione, che faccia realmente decollare il Digitale nel nostro Paese”.

 

 

Stefano Venturi_LOW

 

 

 

 

 

 

 

Stefano Venturi, amministratore delegato del gruppo Hewlett-Packard in Italia, a proposito del passaggio al digitale dellaPA: “Ritengo occorra definire con urgenza obiettivi ambiziosi per realizzare concretamente lo Switch-Off verso il digitale dei servizi della PA . Questo passaggio unitamente alla promozione di una cultura digitale sul territorio rappresentano i prerequisiti fondamentali per accelerare il processo d’innovazione del Sistema Paese e rilanciare così la competitività dell’Italia nello scenario europeo. È importante, infatti, partire dalle persone e dalla competenze oltre che dalle infrastrutture per raggiungere anche nel nostro Paese gli sfidanti obiettivi delineati dall’Agenda Digitale Europea, attraverso uno sforzo collettivo e coordinato di tutti gli stakeholder dell’innovazione. Cloud, sicurezza, big data e mobilità rappresentano leve indispensabili per abilitare un approccio federativo alle risorse tecnologiche, basato su open standard”.

 

 

 

 

sergio-gianotti

 

Sergio Gianotti, Sales & Marketing Director Enterprise Business Group Huawei Italia, a proposito di città smart e sostenibili: “Considerando la continua espansione delle aree metropolitane è fondamentale definire strategie di pianificazione urbana volte a ottimizzare e innovare le infrastrutture e i servizi per i cittadini e a garantire la sostenibilità delle risorse . Il settore ICT ricopre naturalmente un ruolo chiave nel processo di modernizzazione del Paese; Huawei ha implementato soluzioni di ultima generazione e piattaforme tecnologiche che consentono alla Pubblica Amministrazione di migliorare l’accessibilità, ad esempio per quanto riguarda i processi di digitalizzazione e di gestire reti e servizi innovativi per il cittadino come nel campo della mobilità, del Wi-Fi e delle comunicazioni in situazioni critiche e di emergenza”.

 

manuela-lavezzari

Manuela Lavezzari, Marketing manager di Asustek Italy , a proposito di abilitazione sociale tramite le tecnologie digitali:” “Asus è impegnata su diversi fronti e in diversi progetti per favorire la diffusione dell’informatica e delle diverse tecnologie digitali quali abilitatori sociali e leve per realizzare un processo di innovazione a sostegno delle donne. Le Smart city, in particolare, rappresentano una grande opportunità per raggiungere l’obiettivo dell’eguaglianza di genere e della parità di opportunità e diritti. Per ottenerlo, accanto a una trasformazione culturale, si rendono indubbiamente necessari investimenti in ricerca tecnologica tanto nel mondo delle imprese quanto della Pubblica Amministrazione.

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore