Nei piani di Lenovo un raddoppio del market share nei server

Enterprise

I PC si vendono meno e anche Lenovo tenta la strada della diversificazione

Ritorna nelle cronache IT la voglia di espansione della cinese Lenovo. Il secondo produttore mondiale di PC ha messo l’occhio sul mercato dei server e conta di raddoppiare la sua quota di mercato tramite acquisizioni . La conferma arriva ora direttamente dal CEO del gruppo, Yang Yuanqing. Le partnership nei server sarebbero anche rafforzate con il coinvolgimento dello storage. All’inizio della settimana la società cinese aveva anche confermato di essere in discussione anche per una joint venture nell’ambito smartphone , con possibili candidate ( anche per acquisizioni ) sia NEC che Blackberry. Yuanqing ha pure dichiarato di ritenere che i nuovi smartphone di Lenovo , come il K900, sono in grado di comportarsi bene anche nei mercato occidentali maturi.

Lenovo proviene da un periodo eccezionale nei profitti annuali prima delle tasse ( 801 milioni di dolalri) e nel fatturato ( 34 miliardi di dollari) , mentre le consegne di 52,4 milioni di PC le hanno fatto raggiungere il market share record del 15 per cento. Il risultato è stato più rimarchevole in quanto le consegne di PC sono cadute del 14 per cento . Tuttavia Lenovo è stato l’unico vendor di PC a crescere nel primo trimestre di quest’anno. La quota attuale di Lenovo nel mercato server è del 2,6 per cento , ma punta a una crescita fino a 10 per cento nei prossimi tre anni.

Lo scorso anno Lenovo ha firmato un accordo di collaborazione con EMC per la vendita di storage. All’inizio dell’anno poi erano partita colloqui tra Lenovo e Ibm per per l’acquisizione delle attività dei server X86 , ma le due parti non erano riuscite ad arrivare a un accordo.

Ma le riserve di contanti di Lenovo ( 3 miliardi di dollari ) sono pronte per acquisizioni che portino Lenovo lontano dal declinante mercato PC.

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore