Microsoft ai suoi dirigenti: abbattere il divario di genere

Enterprise

Satya Nadella dà il via a una campagna per rendere noti i passi che la sua azienda farà per promuovere l’eguaglianza dei compensi e per abolire il divario di genere

Dopo essere scivolato sulla buccia di banana della busta paga alle persone di sesso femminile nel aziende IT, il Ceo di Microsoft Satya Nadella si dà da fare per ricreare una immagine di imparzialità alla sua azienda ( almeno negli stipendi) è dà il via a una campagna per rendere noti i passi che la sua azienda farà per promuovere l’eguaglianza dei compensi e per abolire il divario di genere.
Si parte da un memo in cui il Ceo fa le sue scuse per quanto gli era sfuggito nel corso della Grace Hopper Conference. In quella occasione rivolgendosi anche a un membro del consiglio di amministrazione di Microsoft, Nadella aveva gelato l’audience con il suo punto divista su come una donna avrebbe dovuto chiedere un aumento dei suoi compensi.

microsoft diversity
Come riferiva Itespresso.it , una frase, pronunciata nel corso di una conferenza del Grace Hopper sulle donne nell’IT, è costata una pioggia di critiche a Satya Nadella, numero uno di Microsoft. Il celebre Ceo dell’azienda di Redmond aveva consigliato le donne a confidare nel sistema e in un ”buon karma”, ma l’affermazione non è stata apprezzata dalle donne presenti in sala: su Twitter e Facebook Nadella è stato costretto, prima a rettificare (“È stata una risposta inarticolata. Il nostro settore deve chiudere il divario retributivo di genere”), quindi è corso ai ripari chiedendo scusa. Nadella ha pubblicato sul web una lettera aperta ai dipendenti: “Ho risposto a quella domanda in modo totalmente sbagliato”, ha confermato. “Appoggio pienamente i programmi di Microsoft e del settore per portare più donne nella tecnologia e chiudere il gap dei salari. Se pensate di meritare un aumento dovete chiederlo”.

Microsoft è un’azienda con 110.000 dipendenti di cui un terzo donne e che da anni lavora per colmare il gender gap: in Italia ha lanciato l’iniziativa Nuvola Rosa, per abbattere il divario di genere nell’IT, visto che degli 800 dipendenti Microsoft, il 29% è donna e il 43% mamma. “Lavorare sui talenti è il primo obiettivo, oltre a spingere la formazione tecnico-scientifica tra le ragazze”. Le donne in azienda sono salite dal 24% di un anno fa al 29%.
In un memo ai dipendenti dopo aver corretto parzialmente il suo pensiero con un tweet, ha ammesso che la sua risposta era totalmente sbagliata e di supportare totalmente i programmi di Microsoft e di altre aziende che favoriscono l’ingresso delle donne nella tecnologia e tentato di ridurre il gap delle paghe attualmente esistente.
Poi il dettaglio dei piani di Microsoft per attanaure questo tipo di problemi. Il focus anche in Microsoft sarà espresso dall’impegno “equal pay for equal work” oltre ad offrire uguali opportunità di accesso al medesimo lavoro.
Tra l’altro previsto anche l’obbligo di un training su D&I (Diversity and Inclusion).

 

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore