Giovanni Zoffoli (Microsoft), il cloud al servizio di specifiche esigenze aziendali

Enterprise

Secondo uno studio Microsoft/Idc, due terzi delle aziende stanno pianificando soluzioni cloud, per oltre il 50 percento di esse il cloud è strategico, ma a ognuna serve una ricetta ad hoc

Giovanni Zoffoli, Direttore Enterprise Marketing di Microsoft Italia, non esita a illustrare i risultati di un recente studio Microsoft-Idc per spiegare la proposta della sua azienda per il cloud enterprise: “A livello globale, quasi due terzi delle aziende stanno pianificando, implementando o utilizzando il cloud computing e oltre il 50% lo riconosce quale una delle priorità principali”.

Il livello d’adozione del cloud computing cresce quindi sempre di più proprio perché si configura una leva strategica per far fronte ad una rapida crescita e per aumentare il ROI aziendale. In particolare per rispondere in modo efficace ed efficiente alle esigenze del mercato attuale e per permettere alle aziende di differenziarsi è molto importante che le strutture IT siano agili e flessibili e la nostra offerta di Cloud Computing si sviluppa proprio in questa logica facendo leva sul modello del Cloud ibrido.

Prosegue ed entra nel dettaglio Zoffoli: “Consentendo la coesistenza, all’interno della stessa azienda, di molteplici modalità d’implementazione, dalla virtualizzazione on-premise, al Cloud Privato, al Cloud Pubblico, il Cloud Ibrido permette alle aziende di combinare differenti soluzioni e abilita un modello di crescita flessibile adatto a qualsiasi dimensione aziendale e modello di business”.

Giovanni Zoffoli, Direttore Enterprise Marketing di Microsoft Italia
Giovanni Zoffoli, Direttore Enterprise Marketing di Microsoft Italia

Le aziende possono estendere il proprio datacenter e migrare sulla Cloud i processi che ritengono opportuno, riservandosi anche la possibilità di riportare eventualmente le stesse macchine “in casa” in un secondo momento e ottenendo il vantaggio della flessibilità tipica delle applicazioni in house e della tolleranza ai guasti e della scalabilità tipica dei servizi cloud. Ciò rappresenta un vantaggio non solo per le PMI che possono crescere in modo flessibile in base alle effettive risorse, ma anche per le grandi aziende che possono scegliere in modo ragionato i processi da migrare sulla cloud in base alle esigenze di business e alla natura mission critical.

Allora ecco declinata da Zoffoli la proposta Microsoft: “Quello che rappresenta, a maggior ragione per le grandi aziende, un valore aggiunto è la disponibilità di una piattaforma integrata come il Cloud OS di Microsoft, abilitato dal nuovo Windows Server 2012 che ha ampliato la definizione di sistema operativo server integrando molteplici tecnologie e dando vita a quello che può essere definito il sistema operativo della cloud. Si tratta di una piattaforma di prodotti e servizi che aiuta le aziende a rendere la propria infrastruttura elastica e affidabile, a costruire e gestire in modo flessibile moderne applicazioni su diverse piattaforme e dispositivi, a ottenere insight da enormi volumi di dati e a supportare la produttività degli utenti ovunque e attraverso qualunque device”.

Combinando Windows Server 2012 con Windows Azure, la piattaforma di public cloud che consente di sviluppare, implementare e gestire applicazioni sul network globale di data center gestiti da Microsoft, e adottando System Center 2012, la soluzione di gestione integrata dell’infrastruttura fisica e virtuale e delle soluzioni applicative, le aziende possono andare quindi oltre la virtualizzazione, mettendo in esercizio e gestendo applicazioni e servizi in una logica di Cloud Ibrido. Non solo ma con l’integrazione con la piattaforma di Business Intelligence SQL Server 2012, le aziende sono in grado di ottenere insight strategici a partire dai dati strutturati e non e di renderli fruibili on premise o sulla cloud, e grazie alla soluzione di sviluppo integrata Visual Studio 2012, è anche possibile creare applicazioni innovative da gestire on premise o sulla cloud.

 

– Appuntamento con lo SPECIALE CLOUD di TechWeekeurope: ogni giorno proporremo un’intervista a un manager delle più importanti aziende presenti in Italia impegnante nel cloud computing.
– Per conoscere la prospettiva sul Cloud computing per le piccole e media imprese, leggi anche lo SPECIALE CLOUD di ITespresso
– Per approfondire le strategie di vendita sul Cloud, leggi lo SPECIALE CLOUD di ChannelBiz

 Cosa conosci del cloud computing? Rispondi al nostro quiz

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore