Microsoft si ristruttura. Fine alle battaglie interne tra divisioni

Enterprise

Quattro grandi divisioni per reggere l’urto di Apple e Google

Quattro grandi divisioni “convergenti” sui grandi temi del mercato rappresentano l’esito dell’annunciata ristrutturazione interna di Microsoft cui ha messo mano in grande segreto lo stesso CEO Steve Ballmer, che è andato a toccare le posizioni di molti senior manager di una società che tocca i 100 mila dipendenti.

La parola d’ordine è coesione e l’obiettivo è recuperare su due grandi opportunità perse da Microsoft: smartphone e tablet. Le funzioni di marketing e finanziarie sono centralizzate e le nuove divisioni dovranno concentrarsi sul lavoro creativo di soluzioni complete hardware, software e servizi.

E ora i nomi: Julie Larson-Green, già responsabile dello sviluppo dell’OS Windows, avrà il compito di gestire Xbox, Surface, accessori hardware e giochi. Tutti i sistemi operativi , da Windows al software di Xbox passano in gestione a Terry Myerson , prima solo responsabile di Windows Phone. A Qi Lu ( ex Bing e Internet ) il compito di gestire applicativi ,Office e Skype. A Satya Nadella va il Cloud and enterprise group, con la gestione dei data center che animano i servizi online di Microsoft e Windows Azure. A Tony Bates (ex Skype) i rapporti con sviluppatori, acquisizioni e fusioni.

Per saperne di più leggi anche:

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore