TLC globali. Iliad fa una proposta da 15 miliardi di dollari per prendere T-Mobile

AcquisizioniEnterprise

La francese Iliad punta su uno sviluppo internazionale e mette gli occhi su T-Mobile US

Un carrier francese all’attacco di uno USA, ovvero la francese Iliad che controlla Free ha fatto un’offerta per acquistare T-Mobile, il carrier americano oggetto degli appetiti di Sprint che ha messo sul tavolo 31 miliardi di dollari. La notizia circolata in rete è stata poi confermata da una nota ufficiale di Iliad stessa. Confermando il suo interesse per T-Mobile Iliad ha offerto 15 miliardi di dollari per il 56,6 per cento di T-Mobile US pari a 33 dollari per azione. Iliad valuta il rimanente 43,4 per cento di T-Mobile US a 40,5 dollari per azione “sulla base di 10 miliardi di dollari di sinergie a beneficio degli azionisti di T-Mobile US. Questo porta a un valore di 36,2 dollari per azione con un markup del 42 per cento sulla valutazione di borsa per T-Mobile US pari a 25,4 dollari per azione”.

iliad

Il finanziamento viene effettuato sulla base di indebitamento e fondi propri. Iliad apporta 2 miliardi di dollari in fondi propri anche con un apporto anche del patron Xavier Niel. Il resto sarebbe sostenuto da banche internazionali di primo piano ( senza alcuna ulteriore precisazione) . L’offerta sarebbe partita una settimana fa.

Al momento si ignora la risposta di T-Mobile , filiale di Deutsche Telekom. Le stime degli esperti valutano attorno ai 25 miliardi di dollari il valore di T-Mobile, mentre quello di Iliad è attorno ai 16 miliardi di dollari ( 12 miliardi di euro). La stampa francese ha qualche dubbio sulla strategia del carrier francese.

Ma l’acquisizione del quarto operatore nazionale USA permetterebbe a Iliad di entrare nel grande gioco delle telecomunicazioni internazionali. D’altra parte la proposta – se andrà in porto- non dovrebbe incontrare ostacoli dagli enti regolatori americani , dato che l’operatore francese non ha alcuna attività negli Stati Uniti. Intanto si delinea ancora la fase di consolidamento del mercato delle Telco USA.

sprint

Per il proposto merger da 31 miliardi di dollari fra Sprint e T-Mobile US, Sprint pagherebbe il 50% in azioni e circa il 50% in contanti per acquisire T-Mobile, mentre l’operatore tedesco Deutsche Telekom manterrebbe il 15% (e comunque non più del 20%) dell’azienda frutto della fusione. Il prezzo sarebbe stato fissato poco sotto i 40 dollari per azione. Ma a questa valutazione, vanno sommati i 14,5 miliardi di debito e i 5,5 miliardi di cassa. Dunque il merger in tutto vale circa 40 miliardi.

Ricordiamo che Sprint è controllata dal gruppo giapponese Softbank. Venne acquisita dalla società nipponica per circa 20 miliardi di dollari. Il player derivante dal merger fra Sprint e T-Mobile USA dovrà affrontare i due colossi delle TLC USA: Verizon e AT&T, il primo e secondo player del mercato Telco a stelle e strisce. Dall’uscita da Verizon Wireless Vodafone ha incassato 130 miliardi di dollari.

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore