Symantec-Veritas: lo split sarà una vendita?

AcquisizioniEnterprise

Reuters indica che Symantec vorrebbe cedere Veritas al fondo Carlyle, in un’operazione valutata 7-8 miliardi di dollari

Secondo quanto riporta l’agenzia Reuters, il processo di separazione di Symantec in una società dedicata alla sicurezza (ancora Symantec) e una concentrata sull’information management (la nuova-vecchia Veritas) potrebbe completarsi con la cessione della seconda. Candidato all’acquisto sarebbe il fondo di investimento Carlyle Group, per una somma che le fonti Reuters non hanno indicato. La stessa agenzia però ricorda che qualche tempo fa Bloomberg News aveva anticipato questa stessa operazione valutandola 7-8 miliardi di dollari.

Bitteleri, a sinistra, e Ferrini, a destra
Vittorio Bitteleri, nuovo Head of Sales per Symantec Italia, a sinistra, e Massimiliano Ferrini, a destra, che ricopre la stessa carica in Veritas

La valutazione sembra almeno sensata. Nell’anno fiscale 2014 le attività che faranno capo a Veritas hanno fruttato a Symantec un giro d’affari di 2,5 miliardi di dollari e il mercato di riferimento si stima in 11-16 miliardi di dollari da qui ai prossimi anni. Nel 2005 Symantec acquistò Veritas pagandola 10,2 miliardi di dollari.

Secondo Reuters, che prevedibilmente non ha avuto conferme ufficiali alle sue indiscrezioni, Symantec sta cercando da tempo un acquirente per Veritas. L’operazione sarebbe complicata da aspetti fiscali legati alla separazione delle due aziende.

Sempre Reuters ricorda che la pressione degli investitori sta spingendo molte aziende dell’IT a dividersi in realtà più focalizzate e, si presume, più agili. HP l’ha già fatto, nel mirino ci sono ora diverse altre società come EMC e Citrix.

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore