HPE compra SimpliVity per la convergenza

AcquisizioniEnterprise

La piattaforma OmniStack di SimpliVity approderà ai server PrioLiant per nuove soluzioni hyperconverged

Hewlett Packard Enterprise ha raggiunto un accordo per l’acquisizione di SimpliVity, azienda che offre diversi prodotti hardware e software nel mercato delle soluzioni hyperconverged, in una operazione che è stata valutata circa 650 milioni di dollari. A quanto si capisce da come HPE descrive l’operazione, dal suo punto di vista l’asset principale di SimpliVity non sono i prodotti hardware (le unità OmniCube) ma la piattaforma software OmniStack, che gestisce le varie risorse di un ambiente hyperconverged.

Meg Whitman, CEO di HPE, nel commentare l’acquisizione ha spiegato che essa si inserisce bene nella strategia Hybrid IT della società, in particolare con l’obiettivo di sviluppare “infrastrutture on-premises con le economie del cloud”. In questo senso OmniStack fa da piattaforma unificante: si può implementare su server tradizionali introducendo lo strato di astrazione dalle risorse fisiche che è tipico del mondo hyperconverged e che, inoltre, semplifica la convivenza tra l’IT interna e i servizi multi-cloud esterni.

Un esempio del modello di astrazione di SimpliVity OmniStack
Un esempio del modello di astrazione di SimpliVity OmniStack

HPE mette in particolare evidenza il ruolo delle soluzioni SimpliVity nella gestione e protezione dei dati, il che lascia pensare come l’acquisizione possa avere impatti interessanti nella parte storage e non genericamente solo della convergenza.

Aggiungere le tecnologie di SimpliVity ai prodotti HPE che già esistono (si citano i sistemi HC 380 e HC 250, che resteranno in vendita) permette ad esempio, secondo HPE, di abilitare specifici servizi collegati allo storage come la gestione più efficiente dei dispositivi di memorizzazione, la compressione e de-duplicazione continua dei dati e la “data mobility” tra risorse collegate a macchine virtuali diverse.

HPE spiega anche che nel giro di due mesi dalla chiusura dell’acquisizione intende portare SimpliVity OmniStack sui suoi server ProLiant DL380 (la piattaforma esiste già in versioni specifiche per server Cisco, Dell, Lenovo e Huawei) e poi, in una seconda fase, sviluppare altri sistemi hyperconverged basati genericamente su server ProLiant.

Partecipa alla nostra inchiesta: La tua azienda adotta soluzioni cloud?

… per rispondere alle altre tre domande, clicca qui…

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore