Bitdefender acquisisce RedSocks, per le tecnologie di rilevamento dei rischi tramite l’apprendimento automatico

AcquisizioniEnterpriseSicurezza
Sicurezza Biometrica

Con l’acquisizione Bitdefender porta le capacità di analisi nel campo della sicurezza di rete e l’intelligence sulle minacce di RedSocks su GravityZone. I clienti potranno adottare un approccio globale e avere una maggiore visibilità sul panorama delle minacce

Bitdefender oggi difende più di 500 milioni di sistemi in oltre 150 paesi e ha annunciato l‘acquisizione della società di analisi comportamentale e di sicurezza RedSocks Security (RedSocks). L’accordo con RedSocks è stato siglato l’11 ottobre 2018 e si inserisce nel solco di altre fusioni e acquisizioni avvenute nell’ultimo mese, che hanno garantito a Bitdefender un accesso diretto al mercato dell’Asia Pacifica.

L’investimento mira ad ampliare il portafoglio tecnologico e ad estendere il target potenziale di clienti di Bitdefender nel settore della sicurezza di rete e dell’analisi.

RedSocks, azienda con sede nei Paesi Bassi, è specializzata nel rilevamento automatico di comportamenti sospetti sulle reti e nel contrasto al crimine informatico. La sua tecnologia combina algoritmi di apprendimento automatico, intelligenza artificiale e capacità di intelligence sulle minacce informatiche. Questo portafoglio di competenze ha permesso a RedSocks di offrire soluzioni di individuazione delle violazioni e servizi di risposta agli incidenti non intrusivi e in tempo reale.

La società ha saputo cavalcare sul mercato le nuove esigenze legate all’incremento di violazioni di alto profilo, violazioni che gli strumenti di sicurezza di rete esistenti e già adottati non sono stati in grado di prevenire.

Florin Talpes – AD di Bitdefender

Il fondatore di Bitdefender Florin Talpes e attuale amministratore delegato a livello globale così ha commentato l’acquisizione: “Ora siamo in grado di offrire ai nostri clienti Bitdefender e ai nuovi clienti RedSocks una protezione ancora maggiore contro gli attacchi sofisticati. Portando le capacità di analisi nel campo della sicurezza di rete e l’intelligence sulle minacce di RedSocks su GravityZone, una piattaforma completa di prevenzione, rilevamento e risposta, i clienti potranno adottare un approccio globale e multilivello alla protezione e avere una maggiore visibilità sul panorama delle minacce”.

Sia il mercato statunitense che quello europeo sono fondamentali per il vendor. Il portfolio di RedSocks aprirà maggiori opportunità di vendita a livello globale e la sua acquisizione accelererà la strategia go-to-market dell’azienda in Europa.

Bitdefender è presente nei Paesi Bassi da più di 12 anni, con soluzioni sia consumer che aziendali, e ha una sede legale nel paese. Con il contributo degli uffici e dello staff di RedSocks, Bitdefender intensificherà le sue attività nei Paesi Bassi e avrà un nuovo punto d’appoggio verso le regioni del Nord Europa.

Con questa nuova acquisizione, tutti gli asset, la clientela e i dipendenti di RedSocks verranno trasferiti nel Gruppo Bitdefender. Gli attuali uffici e il team di RedSocks, esperto di networking, diventeranno ” Bitdefender Netherlands”.

Con l’acquisizione di RedSocks, il vendor di sicurezza aggiunge un altro tassello alle competenze nell’ambito dell’analisi della sicurezza’, e del rilevamento delle minacce. Probabilmente l’acquisizione rispecchia anche un trend che va affermandosi e vede la demarcazione tra sicurezza degli endpoint e SIEM sempre più labile.

Read also :
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore