Intel sfiora un fatturato di 14 miliardi di dollari nel secondo trimestre

Enterprise

Per Intel un utile netto di 2,8 miliardi di dollari, +40% rispetto all’anno precedente. La situazione finanziaria dei chip per i device mobili

Intel   ha reso noto il fatturato del secondo trimestre, pari a 13,8 miliardi di dollari, con un risultato operativo di 3,8 miliardi di dollari e utili netti di 2,8 miliardi di dollari . A questo proposito due commenti ufficiali sono espressi in una nota aziendale da Brian Krzanich, CEO di Intel e , per il mercato italiano, da Maurizio Riva, Direttore Clienti Multinazionali di Intel EMEA.

290x195intelkrzanich01

“I risultati ottenuti nel secondo trimestre hanno dimostrato l’efficacia della nostra strategia, che prevede di estendere la portata della tecnologia Intel dai data center ai PC e all’Internet delle cose”, ha dichiarato Brian Krzanich, CEO di Intel. “Con l’accelerazione della rampa produttiva della nostra famiglia di SoC Bay Trail abbiamo esteso la nostra presenza a nuovi segmenti di mercato, come i sistemi basati su Chrome, e siamo a buon punto per raggiungere il nostro obiettivo di fornitura per 40 milioni di tablet. Abbiamo inoltre raggiunto un importante obiettivo di qualificazione per i nostri imminenti prodotti Broadwell a 14 nm, e prevediamo che i primi sistemi appaiano sugli scaffali dei punti vendita nel periodo delle festività”.

“I risultati finanziari annunciati oggi denotano segnali positivi anche nei diversi ambiti del mercato Italiano. Innanzitutto prosegue l’andamento favorevole del segmento enterprise, che rappresenta un’area in forte crescita per il nostro Paese; segnaliamo in particolare l’adozione della più recente tecnologia di processore Intel Xeon E7 v2 da parte di aziende Italiane, che come ad esempio Ubi Banca hanno scelto l’architettura Intel X86 per le future applicazioni di in-memory database e mission critical .Ma è soprattutto sul comparto consumer che il mercato ICT è stato caratterizzato da una significativa ripresa: in un Paese come il nostro votato da sempre alla mobilità, la sopravvenuta disponibilità di nuovi design ed il crescente avanzamento di Intel sul mercato dei cosiddetti dispositivi 2 in 1 e dei tablet a prezzi accessibili, ci hanno permesso di crescere in volumi e di guardare con rinnovata fiducia ai prossimi mesi”, ha commentato il manager EMEA.

In questo contesto Intel ha annunciato che intende restituire più denaro ai propri azionisti riducendo ulteriormente il proprio saldo di cassa tramite maggiori riacquisti di azioni. I dati Intel sono stati preceduti di poco dalle previsioni degli analisti di Gartner e IDC che indicano una ripresa del mercato PC e una saturazione dei tablet di fascia alta a livello mondiale.

L’azienda sembra più ottimista sulla seconda parte dell’anno soprattutto per la crescita del 9 per cento in raffronto con il trimestre precedente per il gruppo PC Client. La crescita riguarda tutti i paesi maturi e soprattutto il mercato professionale in raffronto con quello privato. Altra attività in espansione quella riguardante i data center con una crescita del 19 per cento. La business unit è la più profittevole di Intel. Tutto bene anche per la neonata divisione per il mondo IoT in crescita del 24 per cento.

intel-mobile-chart

Unico punto negativo l’attività legata alla comunicazione mobile. La società ha visto una crescita significativa nella vendita di chip ( 10 milioni nell’ultimo trimestre), ma il fatturato è solo di 51 milioni di dollari un calo dell’83 per cento rispetto all’anno precedente e anche rispetto al primo trimestre. Le spiegazioni essenziali degli esperti finanziari indicano che in sostanza Intel sta finanziando i produttori di tablet perché usino i suoi chip. Altrimenti le architetture Intel nei tablet sono più costose e impediscono ai produttori di mantenere prezzi di mercato specialmente nei device più economici. D’altra parte Intel si dichiara in grado di raggiungere l’obiettivo dichiarato di 40 milioni di device con i suoi chip entro l’anno.

Ma nella loro globalità i risultati mostrano una società in buona salute che dichiara di attendersi per l’intero anno 2014 un crescita attorno al 5 per cento.

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore