Intel porta in primo piano i chip per dispositivi mobili. Priorità Atom

Silicon è il sito di tecnologia dedicato alle strategie delle aziende IT che cavalcano i nuovi trend di mercato, dal cloud computing alla virtualizzazione, dal mobile al byod. Analisi, approfondimenti, prove di app e prodotti, oltre alle notizie quotidiane, fanno di Silicon l’appuntamento giornaliero per i manager che vogliono capire come la tecnologia possa aiutarli nel fare business. Su queste tematiche Silicon realizza interviste agli attori del mercato e reportage dai principali eventi, sia in Italia sia all’estero.

Krzanich (Intel ) : Siamo esperti del silicio, siamo esperti della mobilità. Guidiamo la legge di Moore. Ma siamo cauti sui contenuti

Brian Krzanich era all’interno di Intel un esperto dei sistemi di produzione dei semiconduttori . Nel maggio scorso ha accettato l’incarico di CEO del gigante dei chip ( 53 miliardi di fatturato lo scorso anno). Le cronache riportano in varie forme e con diverse prospettive i resoconti del primo incontro con la stampa Usa di Krzanich e di Renee James ( presidente di Intel) che ha spaziato dalla nuova TV , ai sistemi indossabili ( il CEO ha accennato a Google Glass) fino a nuovi orologi da polso intelligenti. Come ha precisato a proposito Krzanich, dal prossimo anno se non primo cominceranno ad apparire sul mercato prodotti con all’interno chip di Intel . La prospettiva è di inserire i chip Intel in prodotti di altri vendor , crearne di propri e creare un ecosistema .

Il problema di Intel resta quello della lenta curva di adozione da parte del mercato dei suoi chip adatti ai dispositivi mobili – tablet e smartphone . I due massimi dirigenti di Intel hanno confermato che Intel darà un maggiore priorità ai chip Atom per la mobilità. Nel passato invece – hanno ammesso – le risorse di produzione più all’avanguardia erano riservate ai processori più potenti, mentre gli Atom venivano costruiti sulle vecchie linee di produzione. Insomma in futuro precedenza agli Atom rispetto ai chip Core.

Apertura anche verso la produzione di chip sui design di terze parti , anche con architetture che sono in diretta competizione con quelle stesse di Intel. Gli osservatori di mercato si sono messi subito al lavoro per osservare e analizzare le varie opzioni. D’altra parte Samsung ha già scelto ufficialmente chip Intel per la sua nuova generazione di tablet. In particolare gli osservatori di mercato ricordano che la rivale più piccola AMD ha già aperto le porte all’architettura ARM .Molte promesse sono puntate sui chip mobili della classe Silvermont

Read also :