Intel cede le attività Rfid

Silicon è il sito di tecnologia dedicato alle strategie delle aziende IT che cavalcano i nuovi trend di mercato, dal cloud computing alla virtualizzazione, dal mobile al byod. Analisi, approfondimenti, prove di app e prodotti, oltre alle notizie quotidiane, fanno di Silicon l’appuntamento giornaliero per i manager che vogliono capire come la tecnologia possa aiutarli nel fare business. Su queste tematiche Silicon realizza interviste agli attori del mercato e reportage dai principali eventi, sia in Italia sia all’estero.

Il costruttore ha venduto la tecnologia sviluppata nel campo dell’identificazione automatica alla specialista Impinj

Intel ha annunciato la vendita delle proprie attività Rfid al produttore californiano Impinj, specialista proprio di lettori Rfid. L’operazione farà si che Impinj possa produrre modelli via via sempre più piccoli e meglio adatti a mercati come quello dell’autenticazione o della movimentazione delle merci. I chip Rf1000 di Intel, lanciati nel 2007, integrano in uno stesso processore quasi il 90% delle componenti elettroniche necessarie per costruire un lettore Rfid.

L’accordo di cessione, del quale non si conosce l’ammontare economico, è stato compiuto attraverso lo scambio di azioni. Intel ha ottenuto una poltrona nel consiglio di amministrazione di Impinj, la quale porterà nel proprio organico poco meno di dieci specialisti provenienti da Santa Clara.

Read also :