Integrazione e sviluppo guidano gli investimenti in servizi It

Silicon è il sito di tecnologia dedicato alle strategie delle aziende IT che cavalcano i nuovi trend di mercato, dal cloud computing alla virtualizzazione, dal mobile al byod. Analisi, approfondimenti, prove di app e prodotti, oltre alle notizie quotidiane, fanno di Silicon l’appuntamento giornaliero per i manager che vogliono capire come la tecnologia possa aiutarli nel fare business. Su queste tematiche Silicon realizza interviste agli attori del mercato e reportage dai principali eventi, sia in Italia sia all’estero.

Gli analisti di Gartner prevedono una crescita del 9,5% del mercato nel 2008. Ma il fenomeno preoccupante è la scarsa innovazione

Sarà del 9,5%, secondo Gartner, la crescita del mercato mondiale dei servizi It nel 2008. Il comparto, che l’analista concentra nelle attività di consulenza, sviluppo & integrazione, gestione dell’It e dei processi, supporto delle infrastrutture hardware e software, dovrebbe valere oltre 819 miliardi di dollari quest’anno e superare i mille nel 2012. I risultati del primo trimestre 2008 fatto registrare dai primi nove fornitori (Ibm, Eds, Accenture, Fujitsu, Hp, Csc, Lockheed Martin, Capgemini e Northrop Grumman) è stato, secondo l’analista americano, superiore alle previsioni.

Il settore dello sviluppo & integrazione è quello che sta drenando la maggior quota di investimenti, visto che le imprese vi investiranno oltre 256 miliardi di dollari nel 2008, per passare a 272 miliardi l’anno prossimo.

In Europa, Medio Oriente e Africa (zona Emea), le spese delle imprese per i servizi It dovrebbero elevarsi a 211 miliardi di dollari quest’anno, quota che equivale a una crescita del 5,3% rispetto al 2007. Come a livello mondiale, le imprese investono principalmente nel settore dello sviluppo & integrazione (67,5 miliardi di dollari quest’anno e 71,5 miliardi nel 2009). Una fetta significativa va però anche alla gestione It, che raccoglierà 63 miliardi di dollari nel 2008.

Nonostante queste cifre più che confortanti, Gartner evidenzia due fenomeni preoccupanti: la mancanza di innovazione per le nuove offerte di servizi e l’incapacità dei fornitori di innestare solide proposte di valore sui propri servizi. È un serpente che si morde la coda, poiché questi aspetti fanno sì che le imprese-utenti finiscano per concentrarsi sui costi dell’outsourcing e scelgano la proposta meno cara. Secondo l’analista, questo approccio limita il grado di innovazione dell’It e dei propri fornitori.

Read also :