Ibm investe ancora in Watson e nei servizi cognitivi in cloud

Enterprise

Ibm Watson Group è la nuova business unit che vale investimenti per oltre un miliardo di dollari e che avrà il compito di sviluppare e commercializzare soluzioni innovative nell’area del cognitive computing erogate in modalità cloud

Il ‘cognitive computing’ è tra le aree di ricerca e di sviluppo più interessanti e più promettenti. Ci crede soprattutto Ibm che ha deciso di investire ancora in Watson creando una nuova business unit, Watson Group è il suo nome, e mettendo sul piatto oltre un miliardo di dollari. Watson Group sarà dedicata allo sviluppo e alla commercializzazione di soluzioni innovative proprio nell’area del cognitive computing, soluzioni erogate in modalità cloud. Le start-up e le aziende impegnate nell’ecosistema Ibm nella creazione e nello sviluppo di una nuova class di app cognitive alimentate da Watson potranno contare sulla disponibilità di 100 milioni di dollari di investimenti a supporto.

51 Astor Place New York
51 Astor Place New York

 

Sede e quartiere di Ibm Watson Group  sarà l’avveniristica location 51 Astor Place, nell’hub della tecnologica “Silicon Alley” di New York. Parteciperanno alle attività della business unit oltre 2000 professionisti provenienti dalle divisioni Research, Services, Software e Systems di IBM e altri consulenti cui sarà demandato il compito di studiare e individuare nuovi mercati di sviluppo per il cognitive computing nell’ambito dell’assistenza sanitaria, dei servizi finanziari, delle vendite al dettaglio, dei viaggi e delle telecomunicazioni.

La sede offrirà tecnologia, competenze di personale Ibm e tool in modo da fungere da incubatore aziendale ideale per chi ha idee e progetti da sfruttare con Watson. Inoltre sarà possibile in sede sfruttare un laboratorio dedicato di progettazione per migliorare le applicazioni e i servizi di cognitive computing già utilizzati da clienti e partner Ibm. In casa Ibm il cognitive computing è strettamente legato al cloud, canale d’elezione per accelerare l’offerta di innovazioni cognitive alle organizzazioni, per questo Watson sarà implementato su SoftLayer l’infrastruttura cloud di recente (giugno 2013) acquisita dal colosso americano.

IBM Watson
Watson, powered by IBM POWER7, può rispondere alle domande poste in linguaggio naturale in un ambito pressoché illimitato di argomenti

 

Per quanto riguarda le attività formative: Watson Group offrirà workshop e seminari su argomenti, quali competenze di sviluppo e opportunità di networking. Gli eventi si avvantaggeranno delle stesse partnership accademiche sviluppate da Ibm per preparare gli studenti universitari a una carriera nell’ambito del cognitive computing, nei Big data e nell’analytics. Argomenti e strumenti saranno le sfide tecniche e aziendali ispirate a Watson, nuovi programmi di studi, sussidi per i docenti e stage.

La guida di Ibm Watson Group è affidata a Michael Rhodin, già Senior Vice President in IBM Software Solutions Group.

Per saperne di più leggi anche: Con Watson Ibm punta sugli sviluppatori…

 

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore