IBM e Banca Carige, una partnership Dock!

Nel 1998 inizia la sua esperienza nel mondo IT in Mondadori e partecipa alla nascita di Web Marketing Tools di cui coordina la redazione. Redattore esperto di software per PC Magazine, e caporedattore di ComputerIdea, segue da circa 20 anni l'evoluzione del mondo hardware, software e dei servizi IT in un confronto continuo con le aziende leader del settore

Dock è il nome della newco frutto della partnership tra IBM e Banca Carige. E’ la proposta di un percorso di miglioramento continuo per la Banca attraverso l’introduzione di tecnologie innovative ma anche lo sviluppo di nuove competenze

IBM e Banca Carige hanno stretto una partnership per la trasformazione digitale della Banca volta ad ottenere una maggiore efficienza dei sistemi informatici e a migliorare i processi del Gruppo.
Così alla presenza di Marco Bucci, Sindaco di Genova e Giovanni Toti, Governatore della Regione Liguria, i responsabili di Banca Carige e Enrico Cereda, AD di IBM, hanno presentato Dock, una Newco, partecipata all’81 percento e al 19 percento dalla Banca è già operativa dall’inizio di giugno.

La Newco, guidata dall’Amministratore Delegato Paolo Sangalli, al momento è composta da 173 professionisti, di cui 133 specialisti provenienti da Banca Carige e 40 da IBM e prevede, nell’ambito del suo programma di crescita, nuove assunzioni. A questo scopo Dock sta già collaborando con l’Università di Ingegneria di Genova per la preparazione e selezione delle nuove competenze professionali necessarie.

Le attività di Dock si concentreranno su diverse aree chiave, che hanno l’obiettivo di guidare l’innovazione e la competitività della banca, il percorso è basato sull’idea di “miglioramento continuo”.

Enrico Cereda, AD di IBM Italia

Miglioramento raggiungibile attraverso interventi sull’ottimizzazione dei costi, attraverso un processo di trasformazione digitale dell’infrastruttura tecnologica della Banca e l’evoluzione verso un modello IT ibrido per una progressiva migrazione di carichi di lavoro negli ambienti cloud; la Banca evolverà anche l’offerta di servizi e prodotti attraverso l’automazione dei processi in filiale e l’utilizzo esteso della robotica. Focus permanente in questa evoluzione rimarranno  la sicurezza delle operazioni e la conformità con l’ambiente normativo.

La partnership si inserisce nel processo di riorganizzazione più generale che Banca Carige ha avviato a partire dal Piano Industriale 2017-2020. Il programma di trasformazione quindi prevede l’introduzione di tecnologie innovative, metodologie bigdata, analytics e strumenti cognitivi, con l’obiettivo di migliorare la competitività commerciale della Banca.

La partnership inoltre rappresenta un buon esempio di quella “chiamata alle armi” auspicata da Cereda in occasione di Think Milano 2018, ad indicare la volontà di una forte collaborazione, per la trasformazione digitale – in questo caso realizzata tra impresa e impresa.

In occasione dell’annuncio della partnership Enrico Cereda ha commentato: “Con questa nuova alleanza nasce un percorso che porta il settore bancario verso un futuro ricco di nuove competenze professionali e di opportunità oggi offerte dall’innovazione e dal progresso tecnologico. IBM Italia è orgogliosa di accompagnare una delle più antiche Istituzioni finanziarie del Paese lungo la strada della trasformazione digitale”.