Ibm a supporto dei Cio propone l’IT come servizio

Enterprise

I.P. – Giovanni Boniardi, Cloud Infrastructure Consultant di IBM Italia, spiega come il cloud abbia cambiato ‘le regole del gioco’ e, come in ogni fase di trasformazione, emergeranno le aziende in grado di adattarsi più rapidamente ai cambiamenti

Il cloud introduce una modalità innovativa di consumo dei servizi IT che sta modificando soluzioni di business, modelli operativi e abitudini delle persone.  Il cloud sta dunque cambiando ‘le regole del gioco’ e, come in ogni fase di trasformazione, emergeranno le aziende in grado di adattarsi più rapidamente ai cambiamenti. I CIO devono  essere in grado di integrare efficacemente diverse opzioni di sourcing per offrire ai propri clienti servizi IT consistenti, rapidi e flessibili. Le linee di Business devono  saper sfruttare le opportunità introdotte dal cloud, ovvero avviare progetti con investimenti iniziali contenuti, modulare le spese IT in base ai volumi  di business effettivamente sviluppati, adattare le risorse IT al variare delle esigenze applicative con estrema rapidità.

IBM mette a disposizione le proprie competenze – di fornitore di tecnologia, di outsourcer di servizi IT, di Cloud Provider – per supportare CIO e responsabili di aziende a intraprendere il proprio “Cloud journey” nel modo più profittevole e ponendo attenzione ad alcune aree particolarmente rilevanti.

G_Boniardi_ IBM
Giovanni Boniardi, Cloud Infrastructure Consultant di IBM Italia

Innanzitutto è importante pensare l’IT per Servizi . Questo è possibile maturando competenze sempre più forti di Demand e Offering Management, ragionando con i propri committenti sulle caratteristiche non funzionali (sicurezza, affidabilità e prestazioni attese) ed i costi del Servizio da erogare.

I CIO sono inoltre chiamati a ragionare in ottica multi-sourcing.  La scelta della sorgente di delivery più adeguata è  sempre più delicata e fondamentale. IBM supporta le aziende in questa trasformazione, applicando metodologie strutturate che partono dall’analisi dei servizi di Business e si allargano al ritorno degli investimenti, la maturità organizzativa, la Sicurezza e la Governance.

Si dovranno progettare soluzioni Cloud Ibride, in quanto Public e Private Cloud già oggi convergono sempre più verso un modello integrato che l’IT deve poter controllare e governare con piattaforme di Cloud Management che abilitano l’interoperabilità tra soluzioni miste..

E’ necessario sviluppare soluzioni applicative capaci di sfruttare le caratteristiche di scalabilità del Cloud –  le “born in the Cloud applications” – per aumentare di un ordine di grandezza i benefici del modello Cloud stesso. IBM offre sia tecnologie software che servizi in pay-per-use che facilitano la creazione di applicazioni Cloud e il loro rilascio in Cloud pubblici e privati.

Infine l’integrazione e l’interoperabilità nel mondo eterogeneo delle soluzioni Cloud saranno favorite dall’adesione a standard aperti: è quindi importante selezionare le proposte tecnologiche che rispettano interfacce standard a protezione dei propri investimenti.

A cura di Ibm Italia

Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore