I data center salvano la trimestrale di Intel

Enterprise

Il Ceo di Intel, Paul Otellini, è soddisfatto dei risultati ottenuti, in un contesto di debolezza del mercato.Intel ha archiviato il primo trimestre registrando un fatturato di 12,6 miliardi di dollari

Intel ha archiviato il primo trimestre registrando un fatturato di 12,6 miliardi di dollari, con un risultato operativo di 2,5 miliardi di dollari, utili netti di 2 miliardi di dollari e utili per azione pari a 0,40 dollari.

Intel ha generato circa 4,3 miliardi di dollari in liquidità dalle proprie operazioni, ha pagato dividendi per un valore di 1,1 miliardi di dollari e ha impiegato 533 milioni di dollari per riacquistare 25 milioni delle proprie azioni. Il Ceo Paul Otellini è soddisfatto dei risultati ottenuti, in un contesto di debolezza del mercato: “Abbiamo consegnato la nostra nuova generazione di microprocessori per PC, introdotto una nuova famiglia di prodotti per microserver e forniremo nel corso del trimestre i nostri nuovi processori per tablet e smartphone. Stiamo collaborando con i nostri clienti per introdurre prodotti innovativi per diversi sistemi operativi. La transizione di quest’anno alla tecnologia a 14 nm aumenterà notevolmente il valore offerto dall’architettura e dalla tecnologia di processo Intel sia per i nostri clienti che per il mercato”.

I ricavi del gruppo PC Client si attesta a 8 miliardi di dollari, in calo del 6,6% rispetto al trimestre precedente e  in flessione del 6% rispetto all’anno precedente. Il gruppo Data Center ha chiso a 2,6 miliardi di dollari, in declino del 6,9% rispetto al trimestre precedente, ma in crescita del 7,5% rispetto all’anno precedente: infatti il mobile, cloud  e Social network investono in data center.

Intel ha aperto il 2013 con una gamma di prodotti che copre tutto lo spettro di dispositivi mobili. “Una prima dimostrazione dei segnali incoraggianti provenienti dal mercato consumer è il riscontro molto positivo avuto in occasione del Fuorisalone di Milano, con l’alto gradimento da parte del grande pubblico di tutti i modelli convertibili e i tablet con tecnologia Intel disponibili oggi sul mercato”, ha dichiarato Maurizio Riva, Intel Account Director Acer EMEA. “Nel segmento enterprise e in particolare nell’ambito dei datacenter e del cloud riscontriamo indicazioni molto positive, con una crescita di Intel anche sul mercato italiano e alcuni casi di successo molto importanti come Magneti Marelli, che ha introdotto nuovi sistemi desktop con tecnologia Intel incrementando le performance e la produttività, o come 5T, società che opera nel campo dell’infomobilità a Torino e in Piemonte e che ha virtualizzato la propria infrastruttura informatica per una maggiore flessibilità e una riduzione dei costi”.

Il gruppo Other Intel Architecture Group ha fatturato 1 miliardo di dollari, in flessione del 3,9% rispetto al trimestre precedente e del 9% rispetto all’anno precedente. Il margine lordo percentuale è del 56%, 2 punti percentuali in meno rispetto al trimestre precedente e 8 punti percentuali in meno rispetto all’anno precedente. Le spese in R&D (più MG&A) ammontano a 4,5 miliardi di dollari, in linea con le aspettative della società.

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore