Hp e Bmc si contedono il mercato della virtualizzazione

Enterprise

Offerta incrociata dei due big vendor che sventagliano soluzioni dedicate alla migliore deduplicazione

Hp e Bmc hanno rilasciato nuovi prodotti e servizi progettati per supportare le grandi organizzazioni a implementare e gestire infrastrutture It virtualizzate. Se da un lato la reduplicazione costituisce la strategia al momento ideale per un consolidamento dei server e per l’attivazione di disaster recovery e di tutti i processi di ripristino correlati, il volume crescente delle macchine virtuali può, d’altro lato, essere anche fonte di preoccupazione per i responsabili amministrativi.

Così Hp ha annunciato insieme a Operations Agent,Performance Agent e SiteScope, che sono strumenti carozzati con funzionalità hypervisor atti a gestire sia gli ambienti fisici che quelli virtuali, un nuovo Asset Manager capace di inventariare le macchine virtulizzate, i compiti loro assegnati e tutte le licenze software di utilizzo associate. Rafforzando parallelamente anche il ramo dei servizi, Hp ha rilasciato Virtualisation Accelerator Services, erogazione che copre la pianificazione, la progettazione e l’implementazione degli ambienti deduplicati, ma anche un servizio capace di sostituire rapidamente i client fisici in equivalenti virtuali.

L’offerta di Bmc fa leva sul concetto di proattività per lanciare soluzioni integrate che gestendo ambienti fisici e virtuali che consentono di prevenire interruzioni alla continuità operativa abbassando al contempo i costi. Bmc Performance Management ad esempio è uno strumento che consented i gestire tutto l’insieme applicativo aziendale, includendo anche l’infrastruttura virtuale, dalle macchine deduplicate alle applicazioni, grazie alla capitalizzazione di Bmc Application Performance and Analytics che consented i monitorare i livelli dei servizi ma anche di Bmc Capacity Management che controlla e prioritizza i carichi di lavoro dei server. Bmc Discovery Solution è invece una componente realizzata per bloccare l’overdose di lavoro di un server attraverso il reperimento dei server virtuali di supporto in un  qualsiasi punto dell’infrastruttura.

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore