Fujitsu perde Siemens?

Silicon è il sito di tecnologia dedicato alle strategie delle aziende IT che cavalcano i nuovi trend di mercato, dal cloud computing alla virtualizzazione, dal mobile al byod. Analisi, approfondimenti, prove di app e prodotti, oltre alle notizie quotidiane, fanno di Silicon l’appuntamento giornaliero per i manager che vogliono capire come la tecnologia possa aiutarli nel fare business. Su queste tematiche Silicon realizza interviste agli attori del mercato e reportage dai principali eventi, sia in Italia sia all’estero.

L’agenzia Reuters avanza l’ipotesi che la casa tedesca stia per uscire dalla joint venture con la collega nipponica

Per il momento, tanto Fujitsu quanto Siemens hanno preferito non commentare l’indiscrezione secondo la quale la casa tedesca starebbe per ritirarsi dalla joint venture nata alcuni anni fa e battezzata Fujitsu Siemens Computers (Fsc), di fatto oggi l’ultimo grande attore europeo sul mercato del personal computer e dei server x64.

Secondo l’agenzia di stampa Reuters, alcuni rappresentanti di Siemens si sarebbero recati in Giappone per esaminare seriamente questa eventualità. La decisione potrebbe essere presa entro la fine dell’anno. Se questa ipotesi venisse confermata dai fatti, la joint venture avrebbe avuto circa dieci anni di vita.

Di certo, non è estranea alle voci di questi giorni la guida del gruppo Siemens, quel Peter Loescher che sta trasformando profondamente l’azienda teutonica. Il presidente ha dichiarato che a suo avviso Fsc non sarebbe sufficientemente profittevole. In qualche modo, l’opinione sconfessa quella del capo di Fujitsu Siemens Computers, Bernd Bischoff, il quale, nello scorso febbraio, aveva notato che il margine collocato fra l’1,7 e il 2% era fra i più alti del comparto di appartenenza.

L’ultimo esercizio fiscale di Fujitsu Siemens si è concluso, nello scorso marzo, con un fatturato in calo del 5% (6,6 miliardi di euro) e un risultato prima delle imposte di 105 milioni di euro, in ascesa del 15%. Essenzialmente attivo in Europa, il gruppo impiega circa 10mila persone. Dopo essersi ritirato da mercati poco profittevoli (come i televisori e i Pda), oggi rivendica crescite superiori a quelle medie del mercato per i propri server e portatili. Qualora Siemens decidesse di ritirarsi, ciò che resterebbe di Fsc potrebbe anche uscire definitivamente dal mercato, poiché Fujitsu non avrebbe le risorse o la visibilità sul mercato europeo per mantenere da sola questa attività.

Read also :