Uno studio Avanade sulle sfide legate alla gestione e all’analisi di grosse quantità di dati

Big DataData storageEnterpriseFisco e Finanza

Big Data: i responsabili aziendali stanno cambiando il loro approccio strategico nei confronti della gestione dei dati. Infatti in Italia circa l’80% delle aziende sta formando il proprio personale offrendo loro strumenti e competenze necessarie

I Big Data sono diventati un argomento di pressante attualità per la comunità IT con un dibattito crescente sul loro vero valore per le organizzazioni. Il loro potenziale è elevato , ma se non si hanno piani di come usarli il loro valore è pressoché nullo. Le aziende stanno investendo pesantemente nella conversione dele informazioni in valore per il business , ma stanno ancora lavorando sui problemi di volume e di sicurezza. In tema di utilizzo le aziende si stanno focalizzando sull‘analisi previsionale , i tool di gestione e l ‘accesso in mobilità.

Ma un nuovo studio di Avanade ( “Is Big Data Producing Big Returns?”) segnala che gli investimenti fatti dalle aziende per gestire la crescita esponenziale di dati vengono ripagati. L’84% degli intervistati a livello globale, l’80% in Italia, dichiara che i Big Data risultano molto utili nei processi decisionali. Il 73% delle aziende intervistate afferma di averli già utilizzati per far crescere il fatturato (57%) o per creare nuove opportunità (43%).
Un altro aspetto da tenere in considerazione è la pervasività dei Big Data: dipendenti di aree diverse possono accedere a un numero sempre maggiore di strumenti tecnologici per gestire e analizzare le informazioni.

 

La maggior parte delle aziende intervistate – il 60% in Italia – ha dichiarato che solo negli ultimi 12 mesi sono diventate disponibili più tecnologie per la gestione e l’analisi dei dati. Inoltre, la ricerca ha posto l’accento su come le aziende stiano investendo proprio in questi nuovi strumenti: quasi tutte le aziende intervistate (91%) hanno implementato tool dedicati alla gestione e all’analisi dei dati.
Le aziende affermano di coinvolgere nell’attività di analisi le diverse business unit all’interno dell’organizzazione. Il 67% degli intervistati in Italia afferma che oggi i dipendenti coinvolti nei processi decisionali sono più numerosi rispetto al passato, grazie a una maggiore possibilità di accesso alle informazioni. Nonostante questi feedback positivi, in Italia il 93% degli intervistati , riporta ancora difficoltà nella gestione e nell’analisi delle informazioni, mentre il 77% percepisce che la propria azienda ha bisogno di sviluppare nuove competenze per ottimizzare l’utilizzo di queste informazioni .

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore