Tutti pazzi per i big data

Big DataData storageEnterpriseFisco e Finanza

Una ricerca di Gartner : il 42 per cento dei leader dell’IT aziendale investono nei big data

Per le tecnologie relative ai big data sono finiti i tempi degli esperimenti e il 2013 sarà l’anno della loro adozione su larga scala. Lo testimonia una ricerca di Gartner che ha stabilito che il 42 per cento dei CIO che ha interpellato hanno dichiarato di voler rinvestire in queste tecnologie entro l’anno. Le organizzazioni stanno reagendo velocemente al cambiamento del panorama tecnologico messo in atto dalla domanda di analisi di nuove e più complesse quantità di dati.

Secondo Gartner è un mix di necessità e convinzione a spingere le aziende su questa strada per le ovvie potenzialità di sviluppo di business che aprono e che non possono essere sfruttate con le tecniche tradizionali. Un’altra ragione sta nella preoccupazione da parte delle aziende di essere sorpassate in innovazione da parte dei concorrenti. Ma ogni scelta di innovazione va vagliata attentamente e depurata dei messaggi troppo entusiasti.

Gartner predice che entro il 2015 il 20 per cento delle mille principali organizzazioni mondiali avrà sull’infrastruttura dell’informazione la stessa attenzione strategica che sulla gestione delle applicazioni. Intanto in maniera preventiva le organizzazioni si premuniscono raccogliendo le più svariate informazioni operative, pubbliche, commerciali e sociali e le stanno immagazzinando. Una colossale raccolta di “dark data” non utilizzati come email, multimedia e altro contenuto di tipo aziendale rappresentano spesso una opportunità immediata di innovazione e trasformazione del business.

Secondo Gartner che sostiene questa nuova ondata tecnologica, l’integrazione e l’analisi di dati di diversa provenienza permette di ottenere non solo viste approfondite ma anche ottimizzazione di processi e procedure anche al di fuori delle attività più strettamente legate alle decisioni. Se tutti sono d’accordo che le informazioni sono uno dei principali asset aziendali allora va instaurato un sistema di valutazione formale per prendere le migliori decisioni.

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore