Partono i tagli al personale di Nokia

EnterpriseFisco e Finanza

Nokia annuncia l’avvio dei licenziamenti che fanno parte delle “sinergie” per 900 milioni di euro previsti dall’azienda entro fine 2018

Nokia ha ufficializzato l’avvio dei tagli al personale previsti dal programma di integrazione con Alcatel-Lucent. L’iniziativa riguarda i dipendenti in tutto il mondo e fa parte delle iniziative con cui l’azienda mira a ottenere circa 900 milioni di euro di risparmi nei costi operativi nel corso del 2018. Insieme ai tagli è prevista anche una riorganizzazione delle risorse per orientarle verso gli ambiti a maggiore crescita, in particolare il 5G, il cloud e l’IoT.

Le riduzioni di personale dovrebbero aver luogo da qui alla fine del 2018 e saranno legate, spiega Nokia, soprattutto alle aree in cui ci sono sovrapposizioni tra le strutture delle due aziende (essa stessa e Alcatel-Lucent). Le are citate sono ricerca e sviluppo, funzioni corporate e organizzazioni locali, vendita.

Michel Combes, CEO di Alcatel-Lucent, con Rajeev Suri, CEO di Nokia
Michel Combes, CEO di Alcatel-Lucent, con Rajeev Suri, CEO di Nokia

I rappresentanti di Nokia hanno già avviato gli incontri con le rappresentanze dei lavoratori a livello europeo e avvieranno quelle nelle singole nazioni coinvolte (quasi 30 secondo l’azienda) durante le prossime settimane. La società spiega che le riduzioni del personale seguiranno modi e tempi diversi a seconda delle nazioni interessate. L’azienda cerca di ottenere risparmi anche intervenendo sull’organizzazione delle varie sedi nel mondo e sulle parti di servizi, procurement, supply chain e manufacturing.

Queste azioni sono progettate per garantire che Nokia resti un forte leader di mercato. Quando abbiamo annunciato l’acquisizione di Alcatel-Lucent ci siamo impegnati a raggiungere 900 milioni di euro in sinergie e quell’impegno non è cambiato. Sappiamo che le nostre azioni avranno conseguenze a livello personale e per questo procederemo in modo coerente con i valori della nostra azienda e forniremo supporto ai dipendenti coinvolti”, è la dichiarazione di Rajeev Suri, presidente e CEO di Nokia.

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore